Chi la dura , la Vintage ( serate revival )

Chi la dura , la Vintage ( serate revival ) . SE adorate il vintage, queste serate sono per voi….l’ideale. Musica afro funky latino discomusic anni 60 70 80 90 2000 . Inoltre balli di gruppo ed anche tormentoni. Il 22 settembre si inizia…al Volo di Caselle. Dolce Gelato offrira’ un buffet di dolci per tutti. Scatto Matto , degli omaggi etsratti a sorte tra tutti coloro che mangeranno al tavolo del Volo. Divertimento puro per una serata colorata e piena di generi musicali. Musica…per tutti. L’occasione per sentire i pezzi piu’ belli…di sempre. Il Vintage non tradisce….mai.

Vinile

Vinile . Vinile . Il vinile e’ e restera’ per sempre il formato che piu’ amo e che per sempre rimarra’ nella mia immaginazione di disco.  Il suono che dà il vinile non ha eguali. La mia collezione , tra LP e 45 giri…rasenta le 800 unita’.  Il disco in vinile , noto anche come microsolco o semplicemente disco o vinile, è un supporto per la memorizzazione analogica di segnali sonori . È stato ufficialmente introdotto nel 1948  dalla Columbia Records , negli  Stati Uniti D’America , come evoluzione del precedente disco a 78 giri , dalle simili caratteristiche, realizzato in gommalacca . Attualmente il termine vinile viene spesso usato per indicare in particolar modo gli LP  (dischi da 30 cm rotanti a 33⅓ giri al minuto), anche se questo utilizzo è improprio, visto che anche dischi di altri formati sfruttano lo stesso materiale come supporto. Come il suo antenato, il vinile è una piastra circolare recante su entrambe le facce un solco a spirale, inciso a partire dal bordo esterno, in cui è codificata in modo analogico la registrazione dei suoni. Le migliori qualità del vinile  (PVC) rispetto alla gommalacca  permisero di ridurre lo spessore dei solchi, diminuire il passo della spirale e abbassare la velocità di rotazione da 78 a 33⅓ giri per minuto, ottenendo così una maggiore durata di ascolto che raggiunse circa 30 minuti per facciata nei Long-Playing  (LP), con punte massime di 38-40 minuti per lato, specialmente per le opere liriche . Per la riproduzione sonora di un disco viene impiegato un giradisci  collegato a un amplificatore . In genere i giradischi permettono di utilizzare dischi di diverso diametro e, per mezzo di un selettore, è possibile selezionare la velocità di rotazione. Fino agli anni settanta  del Novecento il vinile è stato il più diffuso supporto per la riproduzione audio di materiale pre-registrato, ma la sua preminenza è stata insidiata negli anni ottanta dalle musicassette  e all’inizio degli anni novanta  il vinile ha ceduto definitivamente al compact-disc  (CD audio). La produzione su larga scala di dischi in vinile è praticamente cessata nei primi anni novanta (in Italia fino al 1993) . Dalla seconda metà degli anni duemila il disco in vinile è tornato negli scaffali dei negozi, essenzialmente come prodotto di nicchia. I dati di consuntivo 2011 stilati dall’istituto Nielsen SoundScan indicano un aumento da 2,8 a 3,9 milioni di LP in vinile venduti negli USA. “Una crescita folle” ha dichiarato Keith Caulfield, associate director per le classifiche del sito Billboard.com, “che trova il suo fondamento in un mercato dal potenziale non ancora pienamente sfruttato”. “Il vinile”, osserva Caulfield, “raggiunge due tipi di consumatori: quelli più anziani che lo ricordano con affetto e magari posseggono ancora un giradischi, e quelli più giovani a cui piace avere in mano una copia fisica del disco e ammirarne la copertina”. Anche in Italia la produzione e la vendita del vinile, ristampe in particolare, hanno ripreso quota. Molti sono gli artisti che stampano i loro lavori anche su vinile.

Risultati immagini per vinile

 

Your Song

Your Song .

Your Song è un brano composto ed interpretato da Elton Hohn . Il testo è stato scritto da Bernie Taupin . È contenuto nel suo secondo album, Elton John del 1970 ( prodotto da Gus Dudgeon ) e inciso praticamente dal vivo con l’orchestra, utilizzando svariati session men). Musicalmente parlando, si presenta come una classica ballata sinfonica. La sezione ritmica è ben in evidenza, così come la chitarra; il pianoforte di Elton apre e chiude il pezzo (nel modo di suonare, il pianista di Pinner  si è ispirato allo stile di Leon Russel ). Assolutamente degno di nota l’imponente arrangiamento orchestrale, opera di Paul BUckmaster , che conferisce al brano una curiosa atmosfera classico-barocca (tipica peraltro di tutto l’album di provenienza). Molto orchestrata è anche la parte finale (“I hope you don’t mind/I hope you don’t mind/That I put down in the words/How wonderful life is while you’re in the world“, letteralmente “Spero non ti dispiaccia/spero non ti dispiaccia/che io abbia scritto/quanto la vita sia meravigliosa finché sei al mondo“.) Elton ha composto la melodia in soli dieci minuti, il 27 ottobre 1969; la rockstar ha inoltre dichiarato di amare questo brano e di considerarlo come la sua migliore canzone d’amore (tra l’altro, essa gli ispirò la composizione del brano We all fall in love sometimes , proveniente dall’album del 1975 Captain Fantastic and the Brown Dirt Cowboy .  Il testo di Bernie (letteralmente La tua Canzone) parla dei sentimenti che un ragazzo prova nei confronti di una ragazza. Ecco cosa disse Elton a tal proposito: «Il segreto di Bernie è di essere un tipo molto sentimentale e di scrivere molto raramente. I suoi testi sono tutte cose personali e di questo me ne posso rendere conto perché lo conosco di dentro e di fuori. Per esempio quando si presentò con il testo di Your Song conoscevo la ragazza e giacché sembravano innamorati ne curai la musica in modo particolare, dolce come per non risvegliarli dal torpore amoroso nel quale erano immersi». Taupin scrisse il testo di questa canzone subito dopo aver fatto colazione, nella mattina del 27 ottobre 1969. Your Song rimane forse la canzone più famosa in assoluto per Elton John, un suo marchio di fabbrica, uno standard della musica contemporanea e il brano eltoniano che conta il maggior numero di cover da parte di altri artisti nel corso degli anni (famosa rimane quella di Ros Stewart , contenuta nell’album tributo Two Rooms : celebrating the songs of Elton John & Bernie Taupin  ; Your Song è stata inoltre eseguita live un’infinità di volte. Numerosi critici hanno lodato il brano; per All Music , esso è “vicino alla perfezione“. Dopo averlo ascoltato, J.Lennon dirà di aver udito per la prima volta qualcosa di veramente nuovo a partire dallo scioglimento dei Beatles ; inoltre, la rivista Rolling Stone lo ha definito “una dolce ballata alla Mc Cartney  e nel 2004 lo ha inserito al 136º posto nella sua lista delle 500 migliori canzoni di tutti i tempi. . La canzone è stata pubblicata negli Stati Uniti  nell’ottobre del 1970 come lato B di Take me to the pilot . Entrambi i brani ebbero l’approvazione e la messa in onda in alcune note emittenti radiofoniche e il disco entrò nella Top 10 dei primi dieci dischi più suonati ed apprezzati nelle radio (#8]), mentre nel Regno Unito  la canzone arrivò a posizionarsi alla #7. Questo contribuì, insieme alla straordinario successo del primo tour americano, a lanciare Elton John come futura superstar  degli anni Settanta.

Doppio Slalom

Doppio Slalom .Doppio slalom è stato un gioco a quiz  per ragazzi dai 14 ai 18 anni, basato sul format statunitense della NBC  Blockbusters, andato in onda su Canale 5  da lunedì 9 settembre 1985  fino a venerdì 28 dicembre 1990 . La trasmissione veniva registrata presso lo Studio 4 della Videotime .Il programma fu condotto per 5 anni da Corrado Tedeschi , che dal 3 settembre 1990 lasciò la conduzione a P.Bonolis per passare a Il gioco delle coppie , in sostituzione di Marco Predolin .L’autore del quiz era Davide Tortorella  (insieme a F.Galimberti e G.Maimone ). Tortorella, tuttora autore di numerosi quiz per le reti Mediaset , era anche la voce fuori campo che dirimeva dubbi, proponeva curiosità e aneddoti sui concorrenti, e rispondeva alle loro domande. Il regista storico era Roberto Meneghin. La curatrice del programma era Fatma Ruffini .Andato in onda nella fascia pomeridiana, sempre intorno alle ore 17:00 per la durata di mezz’ora, il quiz si caratterizzava per la sua velocità, insita nello spirito del programma stesso. Doppio Slalom è stato poi ritrasmesso su Happy Channel , un’emittente del circuito Mediaset nel 2000 , così come tante altre trasmissioni storiche di Canale 5. L’ultima edizione ha visto l’abbandono di Tedeschi e l’arrivo al suo posto di Paolo Bonolis . Lo show si presenta con molte novità e Bonolis non riesce ad entrare nei meccanismi scanzonati e divertenti del programma, apparendo un “pesce fuor d’acqua”: il programma ne risentì negli ascolti tanto che, a fine dicembre del 1990, si decise inaspettatamente di chiudere la trasmissione. La sfida era fra la squadra blu, composta da un solo giocatore, e la squadra gialla, formata da una coppia.Il tabellone era composto da venti caselle esagonali (affiancate a ricordare le celle di un alveare  di forma rettangolare) che contenevano, a rotazione, le ventisei lettere dell’ alfabeto internazionale  dalla A alla Z. Ad ogni casella corrispondeva una domanda posta dal conduttore alle squadre, la cui risposta iniziava con la lettera indicata sulla casella stessa.Lo scopo, per ogni squadra, consisteva nel colorare le caselle del tabellone del proprio colore, rispondendo esattamente a domande di cultura generale ( storia, geografia, attualita’, spettacolo, letteratura, scienza ) , in modo di  disegnare uno ” slalom”. Per la squadra blu (un concorrente) lo slalom consisteva in un percorso (il più delle volte a zig-zag), della lunghezza minima di 4 caselle, che unisse la parte superiore a quella inferiore del tabellone, mentre per la squadra gialla (due concorrenti) lo slalom doveva unire la parte destra del tabellone a quella sinistra, con un percorso della lunghezza minima di 5 caselle. La squadra gialla aveva un percorso più lungo da fare sul tabellone perché così il vantaggio di essere in due veniva annullato in modo da non penalizzare troppo il concorrente singolo.Il gioco si componeva di due o tre manches dette Slalom. Vinceva lo slalom la squadra che per prima completava il proprio percorso. In caso di parità dopo il secondo slalom (“slalom di rivincita”), veniva effettuato lo “slalom di spareggio”. Era decretata campione la squadra che per prima vinceva due manches.In ogni slalom la casella iniziale era scelta casualmente, mentre le successive erano scelte dalla squadra che aveva risposto correttamente alla domanda precedente, al fine di completare il proprio percorso o ostacolare il percorso della squadra avversaria.La squadra campione si sottoponeva allo “slalom gigante”, affrontato da un solo concorrente anche nel caso in cui fosse risultata campione la squadra gialla. Il concorrente doveva procedere da sinistra a destra in un tabellone nel quale le caselle contenevano più lettere, indicanti le iniziali delle parole della risposta alla domanda associata alla casella. Ad ogni risposta esatta la casella si illuminava, dando la possibilità al concorrente di proseguire nel percorso verso il lato destro del tabellone scegliendo una delle caselle adiacenti. Ogni errore determinava lo spegnimento della casella corrispondente, complicando così il percorso che nei casi più sfortunati poteva addirittura chiudersi su sé stesso, ancor prima dello scadere del tempo massimo che era di 60 secondi per concludere lo slalom gigante.Per ogni slalom completato si vincevano 200.000 lire (103,29 euro), 500.000 lire (258,23 euro) erano il premio per il completamento dello slalom gigante, o 50.000 lire (25,82 euro) per ogni risposta esatta nel caso in cui lo slalom gigante non veniva completato. La massima vincita per una squadra per puntata era quindi di 900.000 lire (464,81 euro). La squadra campione aveva il diritto di partecipare alla puntata successiva della trasmissione. Prevedendo il regolamento del gioco un limite di 10 partecipazioni, le vincite massime registrate sono state di 9.000.000 di lire (4648,12 euro), tranne che nel caso di un concorrente dell’edizione 1986/87, che all’ultimo slalom gigante scelse di non completare il percorso per poter rispondere ad un maggior numero di domande; avendone risposte esattamente 12 vinse 600.000 lire (309,87 euro), raggiungendo così un totale di 9.100.000 lire (4699,76 euro), che rappresenta la vincita massima mai registrata.Risultati immagini per doppio slalom

Mio cugino Vincenzo

Mio cugino Vincenzo.Mio cugino Vincenzo (My Cousin Vinny) è un film statunitense del 1992 ,  diretto da J.Lynn e interpretato da Joe Pes i e Marisa Tomei .Mentre viaggiano attraverso l’ Alabama , Billy Gambini e Stanley Rothenstein dimenticano di pagare una scatoletta di tonno in un negozio. I due risalgono sulla loro auto e ripartono, ma poco dopo il proprietario del negozio viene ucciso da due rapinatori che fanno perdere le loro tracce; a causa di un equivoco, sono invece Billy e Stan ad essere ingiustamente fermati per l’omicidio. Ignari del motivo reale per cui sono stati fermati, in carcere vengono interrogati dallo sceriffo della contea, che fa loro domande ambigue e non parla esplicitamente dell’omicidio, e credendo così di essere accusati del furto della scatoletta si dichiarano colpevoli.Quando si rendono conto della loro posizione (rischiano la pena di morte) i due ragazzi capiscono di non potersi permettere un legale, ma quando Billy telefona a casa, viene a sapere che suo cugino Vincenzo è avvocato e può difenderli gratuitamente. Il problema è che Vincenzo non ha esperienza di processi perché ha superato solo da poco, al sesto tentativo, l’esame di iscrizione all’albo. Il modo di fare di Vincenzo, un po’ spaccone e piuttosto ignorante sulle procedure, gli attira una forte antipatia dall’integerrimo e formale giudice Haller; per questo, per ben tre volte durante le udienze preliminari, viene condannato per vilipendio  alla corte, incarcerato e poi liberato solo dietro il pagamento della cauzione.Gradualmente Vincenzo capisce il meccanismo dei processi, e grazie all’aiuto della sua fidanzata Mona Lisa Vito, esperta di meccanica, dimostra che l’omicidio non può essere stato commesso dai due suoi assistiti, ma da altri due uomini che avevano usato un’automobile molto somigliante a quella dei ragazzi. Riesce quindi a guadagnarsi la fiducia dell’aula e del giudice, e a scagionare i ragazzi. Il film si conclude con Vincenzo che ritorna a New York  quasi scappando, poiché aveva fornito al giudice Haller come referenza sulla sua carriera il nome di un avvocato, un certo Jerry Gallo morto qualche giorno prima (cambiandolo in Jerry Callo dopo che il Giudice aveva indagato e scoperto l’inganno).Le riprese si svolsero in Georgia  tra l’11 febbraio e il 22 aprile1991 . Il film, il cui budget è stato di 11 milioni di dollari, uscì nelle sale il 13 marzo 1992, e gli incassi nelle sale statunitensi furono di circa 64 milioni di dollari.

Sei bellissima

Sei bellissima .Sei bellissima/Spiagge di notte è il secondo 45 giri  di LOredana Berte’ , pubblicato nel 1975 dall’etichetta discografica CGD . Il disco venne pubblicato con due diverse copertine, la prima con una foto della cantante al centro e i contorni blu e la seconda con l’aggiunta della scritta “Questo disco per l’estate è stato scelto da Supersonic”, con riferimento all’omonima trasmissione radiofonica.Entrambi i brani del disco sono arrangiati da Vince Tempera , e sono stati inseriti nell’album Normale o super uscito nel 1976 .Sei bellissima è una delle canzoni più note di Loredana Berte’ ; con questo brano, scritto da Claudio Daiano  per il testo e da G.Pietro Felisatti  per la musica, la cantante ha partecipato a Un disco per l’estate nell’edizione del 1975 , venendo tuttavia eliminata. Di contro, la canzone ha ottenuto un buon successo di vendite, risultando una delle canzoni più conosciute e di maggior successo della Berté. Fu il primo 45 giri della cantante a raggiungere la top 10 e, nel contempo, a superare la soglia delle centomila copie. La canzone fu pubblicata nella prima versione del disco, ad aprile, in versione con il testo censurato dalla casa discografica (i versi “a letto mi diceva sempre / non vali che un po’ più di niente” sostituiti da “e poi mi diceva sempre / non vali che un po’ più di niente”) e nella seconda, a luglio, con il testo originale.Nel 1985  è stata inserita all’interno della colonna sonora del film La messa e’ finita di Nanni Moretti .Nell’autobiografia di Loredana Bertè, Traslocando-È andata così, scritta con Malcom Pagani, la cantautrice afferma che scrisse il testo ispirandosi alla storia d’amore con Adriano Panatta , ma che, non essendo ancora iscritta alla Siae all’epoca, non poté firmare il brano, che venne registrato a nome Daiano/Felisatti.Nel 1987 , Iva Zanicchi  include una sua versione nell’album Care Colleghe . Nel 1996 , Syria  ne ha inciso una versione nell’album Non ci sto , mentre nel 2005 , Dolcenera pubblica una cover di Sei bellissima nell’album Un mondo perfetto . Nel 1997 , la cantante brasiliana Vanessa Barum pubblica una cover in portoghese del brano, di nome Belíssima, nel suo album di debutto. Questa versione è stata parte della colona sonora della telenovela O fim do mundo.

24 mila baci

24 mila baci . 24 mila baci/Patatina è un 45 giri di Little Tony , pubblicato nel 1961 dall’ etichetta discografica Durium . E’ un brano musicale  composto da A.Celentano e E.Leoni , su testo di P.Vivarelli e L.Fulci . E’ stato presentato al Festival di Sanremo 1961  arrivando al secondo posto della kermesse ligure.Il brano è presente anche nell’album pubblicato nel 1962 dal titolo : I successi di Little Tony. La versione di Adriano Celentano ,  presente nel disco 24000 baci / Auli’-ule’  edito dalla casa discografica Jolly , ottiene la 17ª posizione nella classifica generale dell’anno.La cantante Dalida  ne ha inciso una cover nel 45 giri 24 mila baci – Non mi dire chi sei prodotto dalla casa discografica Barclay . Patatina è il brano presente sul lato b del disco. Autori del testo sono G.Meccia e F.Migliacci . Viene presentata al Festival di Sanremo 1961  dal cantante e autore del testo G.Meccia in abbinamento a Wilma de Angelis , ma non arriva alla finale della kermesse.Il singolo arriva in prima posizione nella classifica dei 45 giri per cinque settimane.

Burt Reynolds

Burt Reynolds. Un omaggio al grande Burt .Burton Leon “Burt” Reynolds Jr. ( Lansing 11-02-36 – Jupiter 06-09-18 )e’ stato un attore. regista e sceneggiatore statunitense. Di origini irlandesi e cherokee da parte di padre, Reynolds debutta in televisione, interpretando tra la fine degli anni cinquanta e i primi anni sessanta  diverse serie, per divenire popolare con Hawk l’indiano ( 1966 ) .  Nello stesso anno recita nello spaghetti western Navajo Joe di Sergio Corbucci , che egli stesso definiva il film più brutto a cui avesse mai preso parte, al punto da consigliarne la proiezione solo sugli aerei e nelle carceri, dove gli spettatori non hanno via d’uscita e sarebbero costretti a guardarlo. Il grande successo arriva nel 1972 con Un tranquillo weekend di paura  , nel quale interpreta un personaggio di nome Lewis Medlock che, con alcuni amici, partecipa ad un’escursione in canoa sulle rapide di un’amena regione americana, dove diviene bersaglio di alcuni balordi che trasformano la breve vacanza in un incubo. Due anni dopo  è protagonista di Quella sporca ultima meta ,  nel ruolo di un giocatore di football , sport del quale era stato realmente un buon giocatore come halfback  durante gli studi . Negli anni 80 partecipa a film di discreto successo come La corsa piu’ pazza d’America  (The Cannonball Run) e il relativo sequel  (The Cannonball Run II) . Nel 1997  recita in Boogie Nights , per il quale viene candidato al premio oscar  come migliore attore non protagonista. Dal 1976 al 2000  si è anche autodiretto in cinque pellicole cinematografiche, tuttavia senza mai ottenere grande successo.Dopo essere stato guest-star in un episodio del 2002 della serie televisiva X-Files , tra il 2006 e il 2009  ha partecipato a tre episodi di My name is Earl  nei panni di Chubby, ricco magnate proprietario di fast food , strip club e rivendite di auto.È morto il 6 settembre 2018  all’età di 82 anni per arresto cardiaco  mentre si trovava nella sua residenza a Jupiter in Florida ]: nel maggio dello stesso anno era stato scritturato da Q.Tarantino  per prendere parte al suo film Once upon a time in Hollywood , ma a causa del decesso – avvenuto appunto un mese prima delle riprese delle scene in cui avrebbe dovuto apparire – non è riuscito a prendervi parte. Un attore che avrebbe meritato di piu’ di quello che Hollywood gli ha dato.

Don’t Shoot Me I’m Only the Piano Player

Don’t Shoot Me I’m Only the Piano PlayerDon’t Shoot Me I’m Only the Piano Player è l’ottavo album (il sesto in studio) nella discografia di Elton John , pubblicato negli USA dalla MCA Records  ed in Europa dalla DJM Records  (Dick James Music LTD) il 26 gennaio 1973 . Considerato come uno dei lavori migliori del musicista inglese, contiene al suo interno Crocodile Rock e Daniel , due dei maggiori successi della sua carriera. Prodotto da Gus Dudgeon , venne registrato negli Strawberry Studios Château d Herouville  in Francia con ingegnere del suono Ken Scott, e re-missato ai Trident Studios di Londra .L’album (un omaggio al film Tirate sul pianista di F.Truffaut )  prosegue l’opera già iniziata con Honky Chateau : presenta un genere più leggero e si differenzia in molti punti dai primi lavori di Elton. Don’t Shoot Me appartiene sempre, comunque, al periodo più creativo ed intenso della produzione musicale della coppia John/Taupin, contraddistinto da una eccellente qualità compositiva dei brani e dalla memorabile velocità con la quale essi li creavano (arrivavano a comporre 12 canzoni in 2 giorni). Blues for my baby and me, Have mercy on the criminal e High Flying Bird  sono i brani più impegnativi e sofisticati di tutto il lavoro. La formazione vede Elton John al piano e tastiere, D.Johnstone  alla chitarra, D.Murray  al basso e N.Olsson  alla batteria, più una nutrita partecipazione di session-men in diversi brani.L’album raggiunse il primo posto in classifica in Inghilterra (6 settimane risultando il disco più venduto dell’anno), in Canada (3 settimane), in Australia (3 settimane), negli Stati Uniti (2 settimane) e in diversi paesi tra cui anche l’Italia, e rimase per più di un anno e mezzo nella Top 200 della classifica degli album Billboard .Daniel , scritta da Taupin ispirandosi alla vicenda di un reduce del Vietnam rimasto cieco che si rifugia in Spagna, raggiungerà il secondo posto nelle chart dei singoli statunitensi e la quarta posizione in quelle britanniche (quarto posto anche in Italia).Crocodile Rock , brano ispirato nel sound e nel testo ai primordi del Rock and Roll  con una certa assonanza nel coro alla famosa Speedy Gonzales di P.Boone , raggiungerà il primo posto nelle classifiche americane il 3 febbraio 1973 (primo posto anche in Italia), mentre in GRan Bretagna  salirà fino alla quinta posizione.

Franco Dani

Franco Dani .Franco Dani, nome d’arte di Francesco Budani  ( Roma 08-08-46 ), è un attore e cantante italiano . È conosciuto per la sua attività di interprete di fotoromanzi della Lancio , svolta prevalentemente negli anni settanta , mentre nel decennio successivo si è cimentato soprattutto nella canzone.Franco Dani nasce artisticamente come protagonista dei famosi fotoromanzi “Lancio”, in voga, maggiormente negli anni 70 e 80, non solo in Italia. Cinematograficamente è presente nella Bibbia e nei film Ancora una volta… a Venezia, (1975),Vento di primavera – Innamorarsi a Monopoli ( 2000 ) . Nel 1978 incide con la Vedette Record il suo primo disco Aspettami, ed è subito un successo. Nel 1979 con E ti svegli con me e nel 1980 con Amare è comincia ad imporre il suo stile melodico, che gli procura un grande consenso popolare, tanto da portarlo a vincere Un disco per l’estate 1981  con Piccolo amore mio di A. Musso. Nel 1982 è invitato a partecipare al Festival Internazionale di Seul, in Korea, dove presenta il singolo Dove vai, che lo rende popolare anche come cantante oltre oceano. Continua ad affermarsi nel 1983 con Mi piaci e nel 1985 con Manchi solo tu, partecipando come ospite, fra l’altro, a Festivalbar, Domenica In e Discoring . Nel 1987 incide l’album Sincera serenata, nel 1988 Innamorati, nel 1993 Concerto di chitarra, nel 1998 Occhioni belli, nel 2000 Romantici, nel 2003 Abbracciami, nel 2013 La forza dell’amore (prodotto da PDD Ed. Mus.).Dal 2007 ad oggi partecipa ogni anno a tutte le puntate del programma MilleVoci di Gianni Turco.A ottobre del 2014 Franco Dani cambia casa discografica e sottoscrive un contratto con Music Universe a.c.m./Edit Music Italy: pubblica Fammi toccare il cielo  – Ed. Airone Music. Il brano è inserito nella colonna sonora del film I wanna be the testimonial di Dado Martino .A marzo 2015 interpreta La voce mia (L. Mosello-C. Lancioli-L. Mosello), un duetto  con il doprano polacco  di caratura internazionale Dominika Zamara , che lo riporta a riabbracciare il grande pubblico televisivo.Nel maggio 2015 viene pubblicato il minialbum La mia voce, contenente Fammi toccare il cielo, La voce mia, la rivisitazione del suo cavallo di battaglia Bailando mio amor e un altro inedito dal titolo Per sempre mia (L. Mosello-C. Lancioli-P. Mirigliano).Nel febbraio 2016 viene pubblicato da Edit Music Italy, il singolo “Vai a quel paese” (C.Lancioli,R.Russo,Gibis) con bonus track “Quanto sei sexy” (C.Lancioli,R.Russo,Gibis,F.Mosello), che precede l’uscita dell’album “E vai !!!” che contiene sia gli ultimi brani di Franco che i suoi brani “sempreverdi”.Il 2017 vede la nascita di “Non siamo tutti uguali” (C. Lancioli / L. Mosello) che affronta delicatamente il tema della violenza sulle donne (Ed. Starpoint International s.r.l.- Label Edit Music Italy-Distr. Music Universe a.c.m.). Il singolo è pubblicato con il brano “Prendimi” (C. Lancioli- L. Mosello) in qualità di bonus track.I brani dell’artista sono distribuiti da Music Universe a.c.m. attraverso il circuito dei digital store . La produzione è affidata a Luigi Mosello.Franco Dani è sposato con una francese: dal matrimonio sono nati quattro figli, François , Nicolas (attore di fotoromanzi anche lui), Brigitte e Catherine.