Mototopo e Autogatto

Mototopo e Autogatto : una serie del 1969 dei mitici Hanna e Barbera. Gli episodi erano molto corti…sette minuti cadauno. Conosciuta anche come Topomoto e Autogatto. Autogatto ha un’officina dove costruisce i piu’ strampalati mezzi per cercare di catturare il topo…senza mai riuscirci.  34 episodi in totale. In italia ando’ in onda su Rai Uno….e su alcumne tv private nell’ambito di vari contenitori pomeridiani per bambini e ragazzi.

Attenti a quei due

Attenti a quei due ( The Persuaders in originale ) . Telefilm capolavoro andato in onda in Inghilterra tra il 1970 e il 1971. Fu un enorme successo in Europa. Un Roger Moore stratosferico..reduce dai successi del Santo…Simon Templar …perfettamente a suo agio nei panni di Lord Brett Sinclair. Un Tony Curtis ( gia’ purtroppo in carriera calante..) perfetto e bravissimo nella parte del ruvido Danny Wilde…un self made americano. L’episodio pilota…spega come si sono conosciuti ( E’ stato un piacere conoscerti e picchiarti). Ando’ in onda solo una stagione. Di li a poco Roger Moore sarebbe diventato il nuovo 007 e della seconda ventilata stagione…non si fece piu’ nulla. Un vero  peccato perchè il telefilm e’ sicuramente uno dei migliori telefilm degli anni 70 e non solo. L’alchimia Moore+Curtis funziona e fa scintille. Due bravissimi attori che mai si pestano i piedi ed anzi…si aiutano tra loro….a favore del pubblico. Ambientata nella british primi anni settanta…la serie e’ stata girata nei Pinewood studios ( una sorta di Cinecitta’ inglese…). Bellissima la sigla iniziale di John Barry. Un telefilm riuscito in tutto e per tutto : interpreti…personaggi di contorno ……. ambientazione. Una curiosita’ : gli abiti indossati da Lord Brett Sinclair….sono disegnati e ideati dallo stesso Roger Moore. Il mio cognome artistico ovviamente…..nasce da ..Lord Brett ….Sinclair. Stratosefrico l’episodio : Una strana famiglia. Un telefilm ironico, mai volgare o grossolano. Per tutti.

Cartone animato Heidi

Il cartone animato ( o anime se prferite ) Heidi ( la ragazza delle alpi)  ottenne un enorme successo in Italia , quando arrivo’ nel 1978. La sigla italiana era cantata da Elisabetta Viviani. L’amicizia vera e sincera tra Heidi e Clara ( una ragazza sulla sedia a rotelle).  Un cartone animato..mitico che ancora adesso viene replicato a piu’ non posso. Forse assieme a Goldrake…fu il primo esempio del successo del genere anime giapponese,  Sicuramente bello..sia per i paesaggi..ma anche per i tanti sentimenti che si susseguono nei vari episodi. Alla fine gli episodi furono 52 per una durata di 25 minuti circa ciascuno.   Le alpi svizzere…erano la principale location di questo cartone.Ciao Vintagers. Vi aspetto alla serata del 16-09-2017….e magari mettiamo anche Heidi.

Shangai

Lo Shangai e’ un vecchio gioco di origine cinese …….chiamato anche Mikado.  41 Bastoncini colorati di circa 17 cm. La versione piu’ conosciuta e’ nata negli anni settanta.Un giocatore , che è estratto a sorte, stringen in mano i bastoncini, con le punte poggiate sul tavolo, e  li lascia cadere a ventaglio, partendo da una posizione verticale.IL gioco sara’ di  provare a sfilarne dal gruppo ( senza muovere gli altri) , ad uno ad uno, il maggior numero possibile, cercando di non muovere gli altri. Il primo bastoncino va raccolto assolutamente a mani nude, mentre per i successivi ci si potrà avvalere di quelli già raccolti, come bacchetta. Quante partite abbiamo fatto da piccoli ….e tutti siamo stati inflessibili giudici..nel controllare ogni impalpabile movimento .

Cicocca brioss Ferrero

La Cicocca brioss ferrero era una casetta da costruire…di cartone che potevi avere se negli anni 30 e settanta, collezionavi i punti delle Brioss Ferrero ( erano al gusto ciliegia o albicocca). Era il sogno di tutti i bambini arrivare ad avere quella casetta…che seppure di cartone…sembrava a noi bambini…la piu’ bella del mondo. La Brioss rimaneva comunque una merendina buona che i ragazzini dell’epoca amavano a prescindere. Erano iniziative semplici ma che accendevano la fantasia dei bambini…e scusate se era poco…..! W il Vintage….non tradisce mai.

Fammi crescere i denti davanti

Fammi crescere i denti davanti è una delle canzoni che piu’ si ricordano dello Zecchino d’Oro. Era il 1962. Presentava il grande Cino Tortorella ovviamente. Andrea Nicolai era il bambino che la cantava. Una volta questa manifestazione…calamitava la nazione tutta..o quasi. Ora da  un paio di decenni..la manifestazione e’ in netta fase calante. Ma per un bambino all’epoca…..quando non c’erano i videogiochi…..gli smartphone….lo Zecchino d’oro era come il Festival di Sanremo per i grandi e i disci usciti….vendevano….alla grande. W le cose semplici..e vintage.

Muppets mahna mahna

Uno dei tormentoni piu’ famosi dei Muppets : mahna mahna ( o se preferite mana’ mana’). Eseguito nel 1976 all’interno dello show…ha riscosso un enorme successo. Trascinante…divertente…esilarante. Me lo ricordo perfettamente sin dalla prima volta che è stato trasmesso in Italia. Voi lo avevate visto..all’epoca ? E’ stato citato anche in Buona la Prima…in una puntata. I Muppet …sono immortali. Mitici….veramente. E questo brano..simpaticissimo.  Ve lo ricordavate ?

Pupazzo Provolino

Il pupazzo Provolino nasce quasi 50 anni fa ( era il 1968 ) . Era manovrato e aveva come spalla ….Raffaele Pisu. La voce invece era di Oreste Lionello. Il suo slogan era  : Boccaccia mia statti zitta. Era un pupazzo irriverente…sempre incavolato contro qualcosa o qualcuno. Divento’ un fumetto..un album delle figurine , un 45 giri  a tanto  altro. A cavallo tra i sessanta e i settanta ebbe una grandissima popolarita’ e diffusione. Un pezzo degli anni 70 che non dimenticherete facilmente . Ve lo ricordavate ?  Ma quante cose vi faccio tornare in mente?

Wally Gator di Hanna e Barbera

Cartone animato di Hanna e Barbera , conosciuto ma non tantissimo : Wally Gator. Narra le avventure di un simpatico coccodrillo che vive in uno zoo cittadino..ma spesso evade e va a cacciarsi in qualche simpatica avventura. La serie si  compone di 52 episodi. Diciamo che come habitat…le storie ricordano un po’ quelle dell’orso Yogi. Ve lo ricordavate? A presto e buone ferie a tutti voi. Passate parola di questo spazio : è simpatico ed interessante.

View Master ( detto anche visore 3D)

View Master : a memoria…uno dei primissimi giocattoli entrati in mio possesso. Era un semplice visore : si inseriva un dischetto contenenti delle micro diapositive. Posizionavi il visore verso la luce a magicamente potevi ammirare le cose contenute nel dischetto che oltretutto davano l’impressione di un primitivo 3D. Ci si passavano mezz’ore piene ad ammirare i contenuti. Variavano : geografia…storia…cartoni animati…fiabe…animali.  Quando non esisteva il computer…noi ragazzini terribili e vintage..avevamo comunque queste cose che ci aiutavano nella fantasia….immaginando..guardando…pensando..e leggendo gli opuscoli annessi. Cari Vintagers….vi voglio bene.