Fiction Factory

Fiction Factory . Fiction Factory sono stati un gruppo musicale britannico originario di Perth in Scozia ,  formato a metà degli anni 80. Nel secondo album, Another Story , solo Patterson e Medley rimarranno nel gruppo. Sempre nel secondo album suonerà la tromba il futuro membro degli OMD ,Graham Weir. Prima di cominciare il loro progetto, chiamato Fiction Factory, Kevin Patterson e Eddie Jordan suonavano in una band chiamata The Rude Boys. Dopo avere lasciato tale band, si riunirono insieme a Chic Medley per scrivere dei brani. Furono contattati dalla CBS Records  stipulando un contratto. Furono presto accompagnati da Graham McGregor e Mike Ogletree , un ex batterista dei Simple Minds . Nel 1983 il gruppo incide il primo album poi pubblicato nel 1984 :Throw the warped wheel out . Da quest’ultimo è tratto il loro primo singolo Feels like Heaven ( 1983 ) , che, uscito dopo alcuni ostacoli, sarà ricordato come l’unico hit della band: si tratta di una pop ballad  caratterizzata dall’utilizzo di suoni tipici degli anni ottanta . Nello stesso anno escono anche altri due singoli di poco successo, comunque sufficienti per poter portare il primo album della band in vetta alle classifiche soprattutto europee. Nel 1985 la loro casa discografica promette alla band un tour trionfale da effettuare nel 1986, ma non si farà a causa di conflitti interni al complesso, emersi probabilmente durante la realizzazione del 2º album. Questo lavoro intitolato Another Story, e pubblicato sempre nel 1985 , non contiene nessuna hit, e riscontra risultati freddi. Dopo un probabile terzo album la band si scioglie nel 1987  per motivi poco noti. Nonostante ciò il loro singolo Feels like heaven  sarà considerato come uno dei più influenti degli anni 80 , dato il suo inserimento in numerose compilation, e accumulerà nel corso degli anni anche un bel po’ di download digitali; curiosamente nel 1999 il singolo ritorna nelle classifiche tedesche.

 

FIONDA

FIONDA. La fionda è una piccola arma da lancio manuale costituita da una impugnatura che si biforca in due rami tanto da ricordare la forma della lettera Y. Ciascuna estremità dell’arma è unita da un laccio elastico al cui centro viene posta una toppa atta ad ospitare il proiettile. Già nell’antichità la fionda era usata come arma. La si trova nell’Eneide, impugnata da Mezenzio durante la guerra tra italici e troiani: con essa il tiranno etrusco colpisce a morte un giovane siculo (figlio di Arcente), che aveva lasciato la sua patria per aggregarsi a Enea.A seguito del processo di vulcanizzazione della gomma si è giunti alla produzione di sostanze che presentavano buone qualità elastiche e sufficientemente resistenti da resistere alla trazione. L’utilizzo di lacci di tale natura fu praticamente immediato ed è ipotizzabile che la diffusione dell’arma così modificata fosse ampia già agli inizi del Novecento. La scoperta di fibre dalle caratteristiche elastiche maggiori e l’utilizzo per l’impugnatura di materiali più leggeri e resistenti ha portato alla produzione di fionde con una capacità di lancio notevolmente superiore a quelle iniziali. Può essere montato un sostegno per il polso sul manico per evitare errori di tiro o ferite alle mani. Viene normalmente impugnata nella mano non dominante mentre i lacci elastici vengono tesi dall’altra mano fino alla tensione totale. L’obiettivo da colpire viene fissato in mezzo alla biforcazione dell’arma.Quando eravamo piccoli noi non esistevano tutte quelle paure ed inibizioni nei nostri genitori che invece oggigiorno sono presenti anche in noi stessi. La Fionda era uno dei regali più ambiti da noi dell’epoca e se nessuno ce la regalava …. poco male; i ce la costruivamo da soli, con rami di legno e camere d’aria per biciclette. Iniziava così la nostra “grande caccia” soprattutto in cerca di lucertole …..e piccoli animali.

Chi la dura , la Vintage ( serate revival )

Chi la dura , la Vintage ( serate revival ) . SE adorate il vintage, queste serate sono per voi….l’ideale. Musica afro funky latino discomusic anni 60 70 80 90 2000 . Inoltre balli di gruppo ed anche tormentoni. Il 22 settembre si inizia…al Volo di Caselle. Dolce Gelato offrira’ un buffet di dolci per tutti. Scatto Matto , degli omaggi etsratti a sorte tra tutti coloro che mangeranno al tavolo del Volo. Divertimento puro per una serata colorata e piena di generi musicali. Musica…per tutti. L’occasione per sentire i pezzi piu’ belli…di sempre. Il Vintage non tradisce….mai.

Don’t Shoot Me I’m Only the Piano Player

Don’t Shoot Me I’m Only the Piano PlayerDon’t Shoot Me I’m Only the Piano Player è l’ottavo album (il sesto in studio) nella discografia di Elton John , pubblicato negli USA dalla MCA Records  ed in Europa dalla DJM Records  (Dick James Music LTD) il 26 gennaio 1973 . Considerato come uno dei lavori migliori del musicista inglese, contiene al suo interno Crocodile Rock e Daniel , due dei maggiori successi della sua carriera. Prodotto da Gus Dudgeon , venne registrato negli Strawberry Studios Château d Herouville  in Francia con ingegnere del suono Ken Scott, e re-missato ai Trident Studios di Londra .L’album (un omaggio al film Tirate sul pianista di F.Truffaut )  prosegue l’opera già iniziata con Honky Chateau : presenta un genere più leggero e si differenzia in molti punti dai primi lavori di Elton. Don’t Shoot Me appartiene sempre, comunque, al periodo più creativo ed intenso della produzione musicale della coppia John/Taupin, contraddistinto da una eccellente qualità compositiva dei brani e dalla memorabile velocità con la quale essi li creavano (arrivavano a comporre 12 canzoni in 2 giorni). Blues for my baby and me, Have mercy on the criminal e High Flying Bird  sono i brani più impegnativi e sofisticati di tutto il lavoro. La formazione vede Elton John al piano e tastiere, D.Johnstone  alla chitarra, D.Murray  al basso e N.Olsson  alla batteria, più una nutrita partecipazione di session-men in diversi brani.L’album raggiunse il primo posto in classifica in Inghilterra (6 settimane risultando il disco più venduto dell’anno), in Canada (3 settimane), in Australia (3 settimane), negli Stati Uniti (2 settimane) e in diversi paesi tra cui anche l’Italia, e rimase per più di un anno e mezzo nella Top 200 della classifica degli album Billboard .Daniel , scritta da Taupin ispirandosi alla vicenda di un reduce del Vietnam rimasto cieco che si rifugia in Spagna, raggiungerà il secondo posto nelle chart dei singoli statunitensi e la quarta posizione in quelle britanniche (quarto posto anche in Italia).Crocodile Rock , brano ispirato nel sound e nel testo ai primordi del Rock and Roll  con una certa assonanza nel coro alla famosa Speedy Gonzales di P.Boone , raggiungerà il primo posto nelle classifiche americane il 3 febbraio 1973 (primo posto anche in Italia), mentre in GRan Bretagna  salirà fino alla quinta posizione.

Chi la dura la Vintage

Chi la dura la Vintage . Il 22 settembre ricominciano al Volo ( Caselle vr ) le serate di musica revival. Sono serate divertenti e semplici.  Due sponsor : Dolce Gelato ( che trovate a Caselle di fianco al Volo ) , offrira’ un buffet di dolci per tutti.  Scatto Matto ( che trovate al Centro Commerciale VR 1 a S.Giovanni Lupatoto vr ) offrira’ dei buoni spesa e dei gadgets. Tanti generi musicali : afro funky discomusic latino anni 60 70 80 90 2000 tormentoni  italian e tanto altro ancora. Al Volo si mangia bene e la musica che sentirete… vi divertira’. Cercheremo di accontentare le Vostre richieste . Insomma…una gran festa per tutti. Vi aspettiamo…per divertirci..insieme. Prenota il tuo tavolo. Io sono Ellery…il Vostro ospite. Benvenuti a Vintagilandia.

Ridera’ ( Little Tony )

Ridera’ ( Little Tony ).Riderà è un brano musicale  composto da Ralph Bernet e Danyel Gerard  e portata al successo in Francia da Herve’ Vilard .Il brano viene presentato da Little Tony al Cantagiro del 1966 , con testo italiano di Mogol : la canzone non vinse quell’edizione ma vendette un milione di copie.Dalla canzone venne tratto un film musicale  intitolato Riderà (Cuore matto) nel 1967; nel cast erano presenti lo stesso Little Tony , Marisa Solinas e Raimondo Vianello. Il brano è presente anche nell’album Ridera’. Il lato B del 45 giri contiene il brano Il mio amore con Giulia.

Savage ( Roberto Zanetti )

Savage ( Roberto Zanetti ).  Savage, nome d’arte di Roberto Zanetti ( Massa 28-11-56 ) , è un cantante, compositore e produttore discografico italiano . Tra gli altri pseudonimi utilizzati è noto anche come Robyx. Inizia la sua carriera musicale come cantante/tastierista in vari gruppi quali Fthima e i pronipoti, Sanfria’ e Taxi .  Con i Santarosa porta al successo i brani Souvenir e Piano piano, con i quali entra in classifica e partecipa a numerose trasmissioni televisive. Il primo successo come solista lo ottiene nel 1983 con il brano Don’t Cry Tonight, bissato l’anno successivo con Only You, brano con cui diventa famosissimo in tutti i paesi europei. Nel frattempo si dedica anche alla produzione di altri cantanti: Rose con Magic Carillon, G.A.N.G. con il medley Incantations/Foreign Affair, Kamillo con Buenas Noches, Claudio Mingardi con Starman. Negli anni successivi fonda il suo personale studio di registrazione, Casablanca, e la sua etichetta discografica, la Dance World Attack, cavalcando l’onda del nuovo fenomeno musicale nato nella seconda metà degli anni ottanta, la musica house . Tra le numerose produzioni vanno menzionate la versione in italiano di un successo dei Kraze intitolato The Party, cantato da Rubix e Pianonegro con il brano omonimo. Tra gli anni ottanta e i novanta scrive e produce brani per Ice Mc , il cui primo grande successo è Easy, seguito da Cinema dall’album omonimo. Il brano Easy raggiunge il top delle classifiche di tutta Europa. Agli inizi degli anni novanta produce la prima grande hit mondiale di Double you , Please Don’t Go, che si classifica al primo posto nelle classifiche di molte nazioni escluse Regno Unito e Stati Uniti , dove un gruppo di studio, i KWS, copiano i suoni e l’arrangiamento ottenendo successo e vincendo un Grammy come migliori produttori. Più tardi Roberto vince una causa legale contro di loro e il tribunale conferma che si è trattato di concorrenza sleale e plagio. Dopo aver pubblicato alcuni singoli di minor successo sotto lo pseudonimo di Savage, quali Goodbye, I’m losing you, Celebrate e Love is death, decide di abbandonare la carriera solista per dedicarsi alla produzione. Sempre negli anni novanta pubblica su DWA il primo album di Corona , artista prodotta da Checco Bontempi che per lei ha composto The Rhythm Of The Night e tutti gli altri successi. A ruota poi scrive e produce un nuovo album di Ice Mc che contiene i successi Think about the way e It’s a rainy day. Ben presto il suono DWA conquista tutte le classifiche europee, in Italia è l’etichetta che vende più singoli in assoluto e per tre anni di seguito il Festivalbar  usa i suoi brani come sigla. Alla fine del decennio Roberto si dedica quasi esclusivamente a produrre e scrivere i brani di Alexia , lanciandola in tutta Europa, Inghilterra compresa. Agli inizi del 2000 scrive e produce www.mipiacitu   dei Gazosa , poi torna a collaborare con Zucchero  con il quale aveva suonato in alcuni gruppi da ragazzo. Insieme al bluesman reggiano firma alcuni grandi successi del calibro di Baila, Ahum e Bacco perbacco . Nel 2002 ebbe una figlia chiamata Matilde. Nel 2005  decide di tornare ad esibirsi come artista, e si presenta in alcuni importanti festival quali Diskoteka 80 in Russia . Nel 2011, affida la realizzazione della nuova versione di Don’t cry tonight alla giovane musicista Alexandra Damiani ; il brano verrà successivamente pubblicato nel febbraio del 2012 . Nel maggio 2014 , è ancora la Damiani a realizzare la nuova versione della hit di Savage Only You pubblicata originariamente nel 1984 ; nella nuova versione, Alexandra Damiani utilizza (oltre alla registrazione vocale originale di Savage) la voce della cantante Tayma. Nel 2017 torna a collaborare con Zucchero  per l’incisione del singolo Un’altra storia , contenuto in Wanted .

 

Chi la dura la Vintage

Chi la dura la Vintage . Sono serate di musica revival che si svolgono nel locale Pizzeria il Volo di Caselle ( VR ). Sono serate semplici, divertenti. I generi musicali proposti sono parecchi : funky, discomusic, afro, latino, anni 60 70 80 90 2000 e tanto altro ( in proporzione variabile a seconda della serata ). Il cibo del locale è ottimo : famosa la sua pizza a metro…tra le altre cose. Due sponsor : Scatto Matto ( che offre dei gadgets e dei buoni spesa ) e Dolce Gelato ( che offre un buffet di dolci per tutti ). Sono serate per tutti . C’è sempre anche un piccolo angolo per i piu’ giovani. I protagonisti ..siete Voi. Io sono Ellery…il Vostro ospite. Vi aspetto….iniziamo il 22-09-2018 al Volo di Caselle…con tante nuove proposte e il nostro adorato e collaudato Vintage Musicale che tanto successo riscuote . Come sempre , cercheremo di accontentare le Vostre richieste . Un abbraccio. Chi la dura..la Vintage : il format originale. Diffidate dalle imitazioni.

Lola Bunny

Lola Bunny .Lola Bunny è un personaggio di fantasia  creato da Warner Bros ,  apparso nella serie di cartoni animati dei Looney Tunes .  Il suo disegno rappresenta un esemplare femmina di coniglio . Ha una relazione amorosa con Bugs Bunny . Lola Bunny ha un fisico sportivo e un aspetto molto avvenente, contornato da ipnotici occhi color ghiaccio; ha un carattere molto deciso e autonomo, abituata a non farsi scavalcare da nessuno ed in grado di tenere testa a chiunque, anche a Bugs Bunny. Questa sua voglia di indipendenza e libertà si evidenzia particolarmente, quando incautamente qualcuno osa chiamarla “bambola”, epiteto sminuente che lei detesta con tutte le forze.Nella nuova versione di The Looney Tunes Show invece Lola è una ragazza decisamente meno avvenente ed un po’ matta. Parla tantissimo senza mai ascoltare nessuno rendendosi noiosa ed ha spesso la testa fra le nuvole. Inoltre quando si innamora di Bugs comincia a comportarsi in maniera ossessiva verso di lui al livello di una stalker. Questa versione nuova è anche una risposta a chi la criticava in Space Jam, definendola una bambola sexy senza personalità. Tuttavia non pochi fans della vecchia Lola hanno criticato ed apertamente disprezzato questa sua nuova versione, definendola un personaggio sciocco, idiota, inutilmente petulante e decisamente meno sopportabile e divertente della Lola originale.La prima apparizione di Lola Bunny è stata nel film in tecnica mista:Space Jam  del 1996 , dove ha la voce di Kath Soucie in versione originale e quella di Simona Ventura  in versione italiana. Nella pellicola, proprio perché un nuovo acquisto della banda, viene subito sottovalutata, salvo poi stupire tutti per le sue incredibili doti di cestista , nonché per il suo caratteraccio.In seguito è apparsa anche negli ultimi capitoli della serie di videogiochi:The Bugs Bunny Crazy Castle ,  nel ruolo di damigella in pericolo , dove negli anni ha sostituito la meno carismatica Honey Bunny , nonché nel mensile a fumetti  dedicato ai Looney Tunes edito da DC comics .Lola è apparsa anche nel film del 2000 : Titti turista tuttofare (Tweety’s High-Flying Adventure), uscito in direct-to-video, ovvero direttamente per la fruizione casalinga  e nella serie televisiva d’animazione: Baby Looney Tunes , in versione bambina.Un personaggio similare è apparso successivamente nella serie futuristica: Loonatics Unleashed  Lexi Bunny, una discendente di Lola Bunny.Lola è riapparsa in una versione nuova in The Looney Tunes Show  nel cast fisso come ragazza di Bugs.Nelle varie occasioni in cui è apparsa Lola Bunny è stata rappresentata in differenti maniere; già dalla sua introduzione con Space Jam ne furono sviluppate due versioni: la versione del film, e quella pubblicitaria. Nella versione del film, come dai disegni preparatori, Lola ha la coda a piumino, ombretto  roseo, e zampe a forma di ciabatta ; ha colore primario marrone e secondario un marroncino chiaro, mentre coda e capelli sono un pallido crema. La versione promozionale di Lola, promossa dalla Warner Bros  nella Space Jam Style Guide, ha una coda a punta simile a quella di  Bugs Bunny , zampe allungate della lunghezza delle dita, come Bugs, capelli biondi, colore primario marrone e secondario bianco.

Dick Dastardly

Dick Dastardly . Dick Dastardly (chiamato in alcuni adattamenti italiani il Bieco Barone) è un personaggio comparso in diverse serie animate prodotte da Hanna e Barbera . Fece la sua apparizione per la prima volta nel ruolo di cattivo tra i personaggi principali   nella serie TV animata Wacky Races , dove rappresenta la parodia  del personaggio malvagio. È caratterizzato da una iconografia tipica dello stereotipo  del “cattivo”: alto e magro, con ghigno malefico e baffi sottili, sempre vestito di abiti scuri.Dastardly, nato come cattivo principale della serie in Italia nota anche come Wacky Races – Le corse pazze del 1968 , ha avuto tale successo da essere ripreso in Dastardly e Muttley e le macchine volanti  (anche nota come Lo squadrone avvoltoi) del 1969  .La caratterizzazione del personaggio era fortemente ispirata ai “cattivi” di alcuni film di grande successo dell’epoca, come Quei temerari sulle macchine volanti  (Those Magnificent Men in Their Flying Machines,1965 ) e La grande corsa  (The great race, 1965 ). In particolare, il personaggio di Dick Dastardly deve molto al Professor Fate, di cui richiama anche l’abbigliamento.La spalla di Dastardly era il cane MUttley , pavido, poco fedele e forse più sadico del padrone.In Wacky Races Dastardly gareggia in un raid automobilistico , cercando di vincere con l’uso di scorrettezze. L’auto di Dastardly, anch’essa caratterizzata in modo da trasudare cattiveria, era la temibile numero 00 (nome originale Mean Machine), dotata di incredibili trappole.Nonostante l’uso di trucchi, Dastardly non risulta mai vincente nelle tappe della corsa, rimanendo di solito vittima delle proprie azioni, della propria inettitudine o più semplicemente della sfortuna.Gli avversari tradizionali di Dastardly erano:

Auto 01 – La Macigno-Mobile (I fratelli Rock e Gravel Slag)

  • Auto 02 – Il Diabolico Coupé (I fratelli Big e Little Gruesome)
  • Auto 03 – La Multi-Uso (Professor Pat Pending)
  • Auto 04 – La Crimson Haybailer (Red Max)
  • Auto 05 – La Compact Pussycat (Penelope Pitstop)
  • Auto 06 – L’Armata Speciale (Sergente Blast e recluta Meekly)
  • Auto 07 – La Macchina Antiproiettile (Clyde e la sua banda)
  • Auto 08 – L’Insetto Scoppiettante (Luke e l’orso Blubber)
  • Auto 09 – La Sei Cilindri [aka Turbo Terrific] (Peter Perfect)
  • Auto 10 – La Spaccatutto (Rufus Roughcut)

In Lo squadrone Avvoltoi, altro nome della serie del ’69, Dastardly comanda una sgangherata squadra di piloti su rudimentali aerei con lo scopo di impedire al piccione  viaggiatore Yankee Doodle di consegnare messaggi all’esercito nemico. Anche qui Dastardly fallisce sempre in modo misero.