Shangai

Lo Shangai e’ un vecchio gioco di origine cinese …….chiamato anche Mikado.  41 Bastoncini colorati di circa 17 cm. La versione piu’ conosciuta e’ nata negli anni settanta.Un giocatore , che è estratto a sorte, stringen in mano i bastoncini, con le punte poggiate sul tavolo, e  li lascia cadere a ventaglio, partendo da una posizione verticale.IL gioco sara’ di  provare a sfilarne dal gruppo ( senza muovere gli altri) , ad uno ad uno, il maggior numero possibile, cercando di non muovere gli altri. Il primo bastoncino va raccolto assolutamente a mani nude, mentre per i successivi ci si potrà avvalere di quelli già raccolti, come bacchetta. Quante partite abbiamo fatto da piccoli ….e tutti siamo stati inflessibili giudici..nel controllare ogni impalpabile movimento .

Piccole casseforti

Le piccole casseforti erano in voga negli anni settanta. Vi si poteva mettere gli spiccioli risparmiati. La piu’ famosa era quella della polistil . C”erano manopole e una piccola combinazione da inserire. Per un bambino….era un tesoretto. La cassaforte conteneva circa 5000 lire in monete da 100 ( alcune avevano anche un contatore).  Generalmente erano in ferro. Penso che ognuno di noi…ne abbia avuta una…ai suoi tempi. Per un bambino..avere una cosa da grandi…era fantastico. Ve le ricordavate?

I trasferelli

Erano tipo decalcomanie… i trasferelli . Sopra una immagine..potevi “ricalcare” e trasferire l’iimagine che volevi…schiacciandola con la punta di una penna..matita..o con delle robuste unghiate. Gli argomenti erano vari : dalla storia ai paesaggi….dallo sport alle fiabe…e cosi’ via. Ovviamente poi …noi si trasferiva dove capitava : quaderno di scuola..diario..agenda…quaderni e su tutte le superfici liscie possibile ( sulle ondulate o grinzose…non venivano bene). . Arrivarono in Italia nei primi anni settanta e durarono un ventennio scarso. Voi…ve li ricordavate..cari Vintagers ?

Lie Detector

Un gioco da tavolo dove bisognava indovinare il colpevole. Il tutto…attraverso delle schede preforate che andavano inserite in questa fantomatica macchina della verita’. Non usava batterie..era tutto meccanico. Punzonando la macchina..si sapeva se l’informazione era corretta o errata. Da li…bisognava con calma dedurre e punzonatura dopo punzonatura…arrivare al colpevole. Ovviamente…lo avevo. Chissa’ dove è andato a finire….! Un classico degli anni 70…molto in voga. Aprile : 08-04-2017 Concorso Canoro Noi e Voice al Cavolo a Merenda ( Caselle), 22-04-2017 Chi la dura la Vintage ( serata revival ) al Volo ( Caselle  vr ), 29-04-2017 karANDancing ( con la Andre…) al Volo di Caselle. Tanto Vintage…a tutti e ..per tutti.

L’allegro chirurgo

Uno dei piu’ “antichi” giochi da tavolo. Era semplicissimo nella sua inventiva : si dovevano  “estrarre ” con delle pinzette….i vari componenti del corpo umano…da una plancia dove sopra era disegnato un buffo uomo con vari spazi all’interno dei quali si celavano questi componenti. Se si toccavano i bordi…il naso del “paziente” suonava e si illuminava. Segno che “l’operazione” era andata male. Semplicissimo….ma bisognava avere una mano…fermissima. Generazioni e generazioni hannio giocato all’Alegro Chirurgo. Semplice..minimalista..ma divertente. Chi se lo ricorda? Paragonato alle moderne console attuali..fa sorridere. Ma la sua forza era questa : divertirsi con semplicita’. Spero cari Vintagers di avervi fatto cosa gradita con questo amarcord. Vi aspetto sabato 28 al Volo….in un amarcord..musicale. Chi la dura la Vintage..january edition.

allegro-chirurgo2 allegrochirurgo-prima-confezione