I Moretti

I Moretti : erano dei gusci di cioccolata con all’interno una panna/crema densa e saporita. IL prodotto quando usci’ era reperibile solo in SVizzera. In seguito invase i negozi italiani.Ingredienti per circa 20 dolcini :

20 cialdine da gelato da 3 cm di diametro
80 g albume (2 uova grandi)
160 g zucchero
65 g acqua
300 g cioccolato fondente o a latte 

Preparare la meringa italiana portano zucchero ed acqua a 121°, iniziare a montare gli albumi e quando iniziano a gonfiare versare a filo lo sciroppo bollente continuando a montare, montare ancora per almeno 5 minuti, mettere la meringa in una sacca da pasticceria con un beccuccio tondo da un cm almeno e fare un cilindretto di meringa in ogni cialdina preventivamente tagliata, disporre le cialdine con la meringa in una griglia e mettere la griglia su un piatto per raccogliere il cioccolato in eccesso. Fondere a bagno maria o nel microonde a potenza media metà del cioccolato spezzettato, appena sarà fluido aggiungerci il cioccolato rimanente e (fuori dal fuoco) mescolare benissimo fono a che non sarà sciolto anche il cioccolato aggiunto, con un cucchiaino e molta pazienza ricoprire i dolcetti: io li dispongo su una gratella e li ricopro col cioccolato fuso versandocelo sopra con un cucchiaio, ho provato ad immergerli, ma si staccavano dalla cialda e facevo un gran macello, lasciar solidificare e gustare. Per fare prima potete far solidificare in frigorifero, se volete potete anche conservarli in freezer per mangiarli freddissimi.

Pandoro

Pandoro. Altro dolce tipico del Natale. Gli appassionati si dividono tra pandoro e panettone.  Diciamo che il panettone e’ tipicamente milanese e il pandoro è tipicamente veronese. Simpaticamente nord ovest vs nord est. Il pandoro a differenza del panettone e’ rimasto sempre abbastanza fedele a se stesso negli anni…cambiando proprio poco. Le varianti non sono cosi’ numerose come per il panettone. La pasta del pandoro e’ molto soffice e di colore dorato ( per la presenza delle uova) e profuma di vaniglia. Ha una forma fatta a tronco con i rilievi a stella ad otto punte. Altri ingredienti sono : farina,zucchero, burro,burro di cacao,lievito ( e le uova che abbiamo gia’ citato) . NOn ha una preparazione semplicissima.  Le origini vanno ricercate ai tempi dell’antica Roma. Nel primo secolo d.c. ( ai tempi di Plinio il Vecchio ) si puo’ leggere in uno scritto che un cuoco ( tale Vergilius Stephanus Senex ) preparo’ un “panis” con fiori di farina,burro e olio. Altre teorie .C’è chi dice che risale al periodo della Repubblica Veneziana ( intorno al 1500) . Altri che è una evoluzione di altri dolci ( come il Nadalin o il Pane di Vienna ). La morbidezza di questi dolci nasce dalla massiccia presenza di burro. La nasvita ufficiale pero’ ha una data certa : martedi 14 ottobre 1884.  Quel giorno il pasticcere veronese D.Melegatti   presentò il brevetto di un dolce natalizio al Ministero di Agricoltura e Commercio del Regno d’Italia. Era il Pandoro. Un dolce che ci accompagna…da sempre . Chi la dura..la Vintage.

Paperon Dollars ( gomme da masticare )

Chi se le ricorda le Paperon Dollars ? Erano gomme da masticare…di colore rosa. ERano…monodose…non esisteva il pacchetto. DEntro c’era una bamconota da collezionare. A seconda del personaggio si poteva vincere un’altra gomma…o due…o tre. Eravamo negli anni 70 e le “cicche” erano molto di moda tra i ragazzini. In Italia il fumetto di Topolino era al top e si cercava di sfruttare al meglio questa popolarita’.  A fine decennio anni 70….sparirono..lentamente. Erano della Elah.