Gelati, cocco… bomboloni

Verso la fine anni sessanta…e per buona parte degli anni settanta….non tutte le spiaggie avevano un punto ristoro. Gli stabilimenti balneari piu’..tra virgolette…poveri…avevao una struttura molto minimalista …e solo col passare degli anni…un piccolo bar….e la doccia calda ( i primi tempi..scaldata con un motore…..). Ed ecco i venditori ambulanti…che facevano la loro fortuna. Allora non esistevano i vu cumpra’…..ma solo venditori di focaccine e bomboloni…..di cocco …e di gelati. I gelati erano in un contenitore portato a spalla …all’interno del quale venivano custoditi i gelati..in mezzo ad una massiccia presenza di ghiaccio. Il caldo spesso torrido….conservava per un po’..ghiaccioli ( i piu’ economici e gettonati)  e coppette…ma se il giro era alla fine…ti toccava accontentarti di un gelato….un po’ sciolto . Piu’ apriva il contenitore..e piu’ l’effetto freddo durava meno. Ma era comodo e cosa importante…non c’era altro.Le focacce e  i bomboloni ( ed anche pizza fredda) erano in cestoni di vimini opportunamente foderati all’interno.  La temperatura estiva garantiva una temperatura ideale per degustare il tutto. Manico un po’ foderato per portarlo piu’ agevolmente. Questi cestoni non erano molto comodi. Anche in questo caso come il precedente..pagavi un po’ di piu’ …ma il servizio era direattamente sotto il tuo ombrellone. Il Cocco….era il mitico personaggio che urlava : Cocco bello..cocco fresco. SEcondo me’ e’ nato con la spiaggia. C’è..da sempre. Da una parte il cesto col cocco……e dall’altra..acqua dolce per sciaquarlo dalla inevitabile polvere da sabbia. Quanti ricordi…..! Ciao Vintagers. A stasera…al Volo.