Susanna Tuttapanna

Susanna Tuttapanna .  Susanna Tuttapanna è un personaggio della pubblicita’ , che fu  protagonista di una serie di caroselli degli anni sessanta.Susanna Tuttapanna è la protagonista di una serie di caroselli a cartoni animati , per pubblicizzare il formaggino Milione . I caroselli andarono in onda sulla Rai tra il 1966 e il 1968 .La serie riscosse un grande successo, tanto che la società Invernizzi , l’anno seguente , decise di produrre un formaggino dalla forma circolare chiamandolo “Susanna”. Vennero prodotti anche molti gadget e milioni di pupazzi gonfiabili che era possibile ottenere attraverso una raccolta punti. In tutto vennero trasmessi solo 15 caroselli con Susanna protagonista. Successivamente il personaggio non poté più essere utilizzato per l’intera durata degli spot  poiché, essendo divenuto un marchio commerciale, le regole di Carosello ne vietavano la pubblicità durante la parte centrale del filmato, consentendone la presenza solo negli ultimi 30 secondi (il cosiddetto “codino”). Susanna Tuttapanna è una piccola bambina paffutella che abita dentro il televisore e battendo con la manina sul cristallo del video dice: «Ehi! Ehi! Ciao… mi vedi? Senti… ti piaccio disegnata così? Sai, ti voglio bene… ma tu sei di là da questo vetro e io non posso uscire dal televisore… il regista non vuole. E poi… io non sono come te… sono solo un piccolo disegno! Pitupitum – pa! Sai, qui alla televisione sono di casa e… faccio un po’ di tutto! Pascolo le pecorelle dell’intervallo, accudisco l’uccellino della radio… faccio Carosello… oh, scusa, non mi sono presentata: sono Susanna… Susanna Tuttapanna! Qui alla Rai Tv mi chiamano tutti così perché vado matta per il formaggino Milione alla panna, il fior fiore dei formaggini! Pitupitum – pa!». Ve la ricordavate ? Che tempi…che tempi.

 

Cicocca brioss Ferrero

La Cicocca brioss ferrero era una casetta da costruire…di cartone che potevi avere se negli anni 30 e settanta, collezionavi i punti delle Brioss Ferrero ( erano al gusto ciliegia o albicocca). Era il sogno di tutti i bambini arrivare ad avere quella casetta…che seppure di cartone…sembrava a noi bambini…la piu’ bella del mondo. La Brioss rimaneva comunque una merendina buona che i ragazzini dell’epoca amavano a prescindere. Erano iniziative semplici ma che accendevano la fantasia dei bambini…e scusate se era poco…..! W il Vintage….non tradisce mai.

Olio Cuore

Olio Cuore : chi non ha mai tentato di saltare una stacccionata alla Nino Castelnuovo?  Famosissimo spot negli anni  ottanta. Uno spot fisico..energico che pubblicizzava la leggerezza di questo olio. Immagine pulita…rassicurante. E’ stato un grandissimo spot. Mangiar bene e sentirsi in forma…era lo slogan. Castelnuovo era il testimonial perfetto, di questo spot che e’ sicuramente rimasto negli annali della televisione. Per una decina di gg questa pagina non verra’ aggiornata, perchè cari Vintagers…stacco la spina. Voi curiosate…ci sono pagine e pagine da scoprire…e tutto …Vintage. Vi abbraccio. A presto e buone vacanze a tutti.

Pubblicita’ Moplen

Era un materiale nuovo per quei tempi ( anni 60 ) …leggero..resistente . Il suo nome tecnico era : polipropilene isotattico. Secchi…scolapasta….valigie . Quasi tutto era fatto in Moplen. Il materiale fu inventato dal nobel Giulio Natta. La pubblicita’ fu riuscitissima grazie ad uno straordinario Gino Bramieri. Il suo slogan era : E mo’…e mo’…Moplen.

Paulista : pubblicita’ ( Carmencita e Caballero) Caffe’ Paulista

Attivi negli anni 60 e 70,,, Carmencita e Caballero pubblicizzavo il caffe’ Paulista dando luogo a delle vere e proprie storielle. Era il tempo del Carosello….e gli spot erano vere e proprie storielle. Io me li ricordo…e mi piacevano. Erano di una semplicita’ disarmante…..due coni capovolti. Ma si sa..una volta con poco….pareva di avere tantissimo. Grandissimi i due personaggi. Ve li ricordavate ? Spargete la voce che qui…si respira il vero Vintage. Quello puro e sincero.