Mela Canto

Mela Canto : è un concorso canoro aperto a tutti che si svolgera’ al Ristorante Pizzeria Bridi a Perzacco di Zevio. E’ aperto a tutti ed e’ un concorso vecchio stile : professionale e con premi classici. Una serata secca senza nessuna eliminatorie. Una bella serata dove la gente si divertira’ sicuramente. Menu’ alla carta : odio i menu’ a pacchetto che son troppo vincolanti per la gente. Volete passare una bella serata….come una volta? Venite e .. cantate con noi.

 

Walker Texas Ranger

Walker Texas Ranger . Ho riscoperto una serie tv che non avevo visto quando era uscita ai suoi tempi. Sto parlando di Walker Texas Ranger . Personaggi azzeccati e una trama che negli anni si è sviluppata sulla vita privata del protagonista ( oltre ovviamente alle solite trame…non sempre scontate del telefilm singolo) portandolo al matrimonio. Bei paesaggi…ancora qualche strascico degli anni 80..e tanta azione. Diciamocelo francamente : l’espressivita’ di Norris non è certo pari alle sue doti marziali, ma comunque e’ riuscito a dare sempre una carica di umanita’ al suo personaggio. Un telefilm che all’epoca fece storia e che si rivede anche adesso molto volentieri. Ando’ in onda dal 1993 al 2001 . I temi del telefilm  sono incentrati su valori fondamentali dell’esistenza, come l’amicizia, l’aiuto reciproco, la lotta alla violenza, in particolare a quella tra le gang giovanili. Walker e Trivette utilizzano molto spesso le arti marziali per fermare o arrestare . È dato molto risalto alla contrapposizione tra ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, come sintetizzato nel motto dei Rangers: “un uomo che sbaglia non può mai opporsi ad un uomo che è nel giusto”. Il Ranger Walker e i suoi colleghi hanno il ruolo di funzionari onesti e specchiati, rispettosi della legge e non estremisti.

Earth Vintage & fire

Earth Vintage & fire : le serate revival che ti coprono di Vintage a 360°. Sono serate   semplici….spontanee….rilassanti. Al Volo di Caselle si mangia ( ottimamente ) e poi si  balla. Afro funky discomusic latino anni  50 60 70 80 90 2000 e tanto altro ancora.  Inserisco qui ogni tanto le mie feste , perchè questo è uno spazio dedicato al Vintage…e la mia musica e’ assolutamente Vintage ( con qualche concessione anche al recente).  E ricordatevi che il 10 febbraio…ci sara’ la festa di CarneVolo con un premio al costume piu’ bello.  W il vintage…che non tradisce mai. Chi la dura la Vintage.

Anima Mia

Anima Mia : I Cugini di Campagna. Era il lontano 1973 . E’ contenuta nel secondo album della band : Anima Mia . Tra questi brani vi è anche il brano dell’album che ha riscosso più successo, ovvero Anima Mia (pubblicata come singolo assieme al brano Te lo dico), divenuta nel tempo oggetto di cover da parte di diversi artisti internazionali, come Dalida (parzialmente tradotta in francese), Perry Como o Frida degli Abba. Il brano trasuda di Vintage…a tonnellate 🙂  In questo spazio non poteva mancare.

I Moretti

I Moretti : erano dei gusci di cioccolata con all’interno una panna/crema densa e saporita. IL prodotto quando usci’ era reperibile solo in SVizzera. In seguito invase i negozi italiani.Ingredienti per circa 20 dolcini :

20 cialdine da gelato da 3 cm di diametro
80 g albume (2 uova grandi)
160 g zucchero
65 g acqua
300 g cioccolato fondente o a latte 

Preparare la meringa italiana portano zucchero ed acqua a 121°, iniziare a montare gli albumi e quando iniziano a gonfiare versare a filo lo sciroppo bollente continuando a montare, montare ancora per almeno 5 minuti, mettere la meringa in una sacca da pasticceria con un beccuccio tondo da un cm almeno e fare un cilindretto di meringa in ogni cialdina preventivamente tagliata, disporre le cialdine con la meringa in una griglia e mettere la griglia su un piatto per raccogliere il cioccolato in eccesso. Fondere a bagno maria o nel microonde a potenza media metà del cioccolato spezzettato, appena sarà fluido aggiungerci il cioccolato rimanente e (fuori dal fuoco) mescolare benissimo fono a che non sarà sciolto anche il cioccolato aggiunto, con un cucchiaino e molta pazienza ricoprire i dolcetti: io li dispongo su una gratella e li ricopro col cioccolato fuso versandocelo sopra con un cucchiaio, ho provato ad immergerli, ma si staccavano dalla cialda e facevo un gran macello, lasciar solidificare e gustare. Per fare prima potete far solidificare in frigorifero, se volete potete anche conservarli in freezer per mangiarli freddissimi.

Panettone

Il Natale è anche Panettone.E’un tipico dolce milanese, associato alle tradizioni gastronomiche del Natale e ampiamente diffuso in tutta Italia. Uno dei dolci piu’ tipici di queste festivita’…assolutamente. Con i canditi…senza canditi…con la glassa o senza glassa : rimane sempre un must irrinunciabile. Negli anni settanta…si poteva comperare anche al bar …. in pasticceria e ovviamente nei primi grossi supermercati come la Standa. Le marche che lo proponevano erano infinite : Motta….. Galup …Maina …Besana … Bauli..Balocco…Battistero…Alemagna…Melegatti …Perugina . Mano a mano sono cresciute di numero negli anni, ma prima il monopolio era ristretto a un due o tre marche veramente famose ( forse la Motta era la leader…a quei tempi assieme alla Alemagna . ERa un momento di felicita’ : erano altri tempi. Gustarsi una bella fetta di panettone a fine pranzo Natale….. era un momento atteso.  Si apriva la scatola ( e puntualmente….facendo uno scempio)….si tirava fuori il panettone e se si riusciva…si metteva qualche minuto vicino al calorifero ( perchè…in giro si sentiva…che veniva piu’ buono….mah). Si cercava di fare fette uguali per tutte e poi via : chi doveva come me cercare di togliere i canditi…iniziava piu’ tardi a mangiare . Col tempo il panettone si evolve : con scaglie di cioccolato..mandorlato…con glassa….nocciolato…solo uvetta …piu’ basso e largo. Insomma…adesso la scelta e’ ampia…e pure troppo. SE non cotto eccesivamente…e non seccato dalle temperature di stoccaggio..il panettone rimane un dolce buono….e appetitoso. Buon Natale a tutti.

Caramella PIP

Caramella PIP . Cambiano i tempi…cambiano gli anni…ma non la caramella pip. Sembra sia forse la unica caramella dedicata  ai fumatori, con la confezione che nei colori e nel disegno ricorda il tabacco e che nel sapore coniuga bene i due gusti di liquirizia e menta .  Quello che ne esce …. non si trova in altre caramelle.Tanti e tanti  anni fa, nelle tabaccherie , era possibile acquistarle sciolte: si trovavano in confezioni di plastica trasparente delle dimensioni di un secchiello e costavano 10 Lire. Erano incartate con una pellicola plastica termosaldata e molto aderente, non facile da aprire  su cui era stampigliata la scritta “PIP” in color oro. E si trovano ancora in commercio. Ovviamente…..èiacevano anche ai non fumatori.

San Silvestro

San Silvestro . La notte di San Silvestro, vigilia di Capodanno, corrisponde alla notte tra il 31-12 e il Capodanno . Essa è celebrata in diversi modi a seconda della nazione. Si chiama così in quanto il  santo del 31-12 che si festeggia è proprio San Silvestro . Questo giorno viene spesso anche erroneamente chiamato Capodanno , pur trattandosi in realtà solo della vigilia di Capodanno. E’ tradizione fare la cosiddetta cena di capodanno ( o cenone ) : un’abbondante cena in cui il piatto tradizionalmente più caratteristico che lo distingue dal cenone natalizio sono lo zampone o il cotechino  con lenticchie .  In genere si usa fare il “veglione” cioè stare svegli fino a mezzanotte passata, cioè non più il 31 dicembre ma già il primo dell’anno. In genere si passa in famiglia, o con gli amici, in piazza, dove si organizzano concerti o feste varie,in un buon ristorante  o in casa. Si usa, generalmente a partire da 10 secondi prima della mezzanotte, fare il conto alla rovescia, fino ad arrivare a zero, dove si augura il buon anno, si brinda stappando lo spumante e guardando i fuochi d’artificio. È tradizione anche, quando si fa il conto alla rovescia, tenere in mano, oltre al bicchiere di spumante, anche dell’uva e tre monetine diverse, come portafortuna.IO per il 31-12 sar’ alla Ristorante Antichi Sapori a Cola’ . UN bellissimo posto e un ottimo menu’. Ovviamente dopo mezzanotte…cotechino e lenticchie e la piu’ bella musica di sempre…per tutti.  Vi aspetto . E… buon anno.  PS potete gia’ prenotare.

Negozi di dischi

Negozi di dischi . MI fa proprio tristezza che la maggior parte dei negozi di dischi abbiano chiuso. Quelli anni 70-80 erano veramente dei posti bene organizzati dove potevi trovare di tutto e di piu’. C’erano quelli piccoli …grossi come una cucina non abitabile e c’erano quelli piu’ grossi…dove esistevano delle separazioni per settori musicali ( o italiani e stranieri) e gli stessi..per ordine alfabetico. I piu’ “in” ti fornivano il vinile completo di una busta protettiva. Negli anni settanta i protagonisti erano i 45 giri che impazzavano alla grande. Negli anni 80 sparirono lentamente per fare posto ai 33 giri. Un negozio fornito era importante : li…potevi trovare non solo l’ultimo prodotto di un cantante ( che era quello che tirava di piu’ ) , ma anche la quasi totale discografia dello stesso. Ma in quegli anni i dischi erano venduti un po’ da tutti : dalla Standa….dal negozio di elettrodomestici che aveva una piccola area dedicata……dalla bottega del paese tipo bazaar ( che aveva una scatola con vari 45 giri…sul suo bancone)….e nei vari mercati rionali. A tutto questo si affiancava la vendita delle musicassette…e di altri accessori del settore ( panno pulisci vinile…cuffie…panno da mettere sul piatto del giradischi…porta dischi…porta musicassette e tanto altro ancora ) . Il negozio di dischi era il posto dove si entrava con tante speranze : si sperava di trovare quello che si cercava ma anche di trovare una vera occasione ( c’erano sempre gli angoli di dischi in offerta). Gli invenduti americani venivano stoccati e venduti a peso e distribuiti in europa a prezzi molto convenienti . Alla copertina veniva praticato un piccolo foro o un taglietto in alto…per far capire al cliente che non era da acquistare a prezzo pieno. On tanti pero’ avevano paura che il disco fosse bucato ( ah ah) e non lo comperavano.  In realta’ erano offerte da prendere al volo con vinili perfettamente sani e funzionanti. A casa ne ho a decine.  Forza negozi di dischi…..tornate. Sara’ comodo comperare mp3 on line….ma..non è la stessa cosa e non da la stessa emozione come andare in un negozio e impolverarsi le mani per cercare quello che si voleva. E l’emozione…non si paga.

David Cassidy

David Cassidy . In questi giorni David Cassidy …uno dei miei best ….e’ in fin di vita. Volevo ricordarlo con una sua bella canzone e mandargli il mio sostegno. Si era ritirato questo anno dalle scene per un inizio di demenza senile ( ha 67 anni). Ma l’ aggravarsi della stessa e probabilmente qualche eccesso alcolico di troppo degli anni passati…hanno minato il suo fisico..bloccando reni e fegato.  Famoso per il suo ruolo nella mitica Famiglia Partridge…..e per essere stato un teen idol per tutti gli anni settanta…nonostante una assenza sulle scene durata tanti e tanti anni . Amatissimo anche in Inghilterra e’ sempre stato un cantante…attore…personaggio televisivo…. che ha sempre messo il cuore in quello che faceva ( proprio come me )  A leggere le ultime news..non penso ce la possa fare…ma la vita è imprevedibile e io gli auguro che possa rimettersi . Forza David : un “piccolo fan” dall’Italia di 53 anni …ti manda tanti auguri. David rappresenta la parte piu’ disincantata del mio cuore musicale…con quel suo pop…gradevolissimo …. leggero si …ma non troppo.