Dentifricio Mentadent

Dentifricio Mentadent . Mentadent è un marchio olandese  di una linea di prodotti per l’ igiene dentale ,  prodotti e distribuiti dalla ditta Unilever in tutto il mondo,  ad eccezione degli Stati Uniti e del Canada ,  dove è stato rilevato dalla Church & Dwight nel 2003. Il marchio è stato introdotto sul mercato nel lontano 1977.  Le prime varianti del dentifricio  Mentadent si caratterizzavano per il doppio colore, bianco ( idrogenocarbonato ) e rosso ( ( perossido ) . Alcune varianti contengono sali di zinco . Con circa trentasei milioni di dentifrici venduti ogni anno, è leader nel settore in Italia . ma scopriamo anche cosa e’ un dentifricio. Il dentifricio è un prodotto finalizzato alla pulizia , alla manutenzione dell’estetica ed alla salute dei denti . Assieme allo spazzolino  viene utilizzato comunemente per promuovere l’ igiene orale . Le funzioni principali di questo prodotto riguardano:

  • la rimozione dei residui di cibo  dai denti,
  • il supporto per l’eliminazione e/o il mascheramento di alitosi ,
  • la prevenzione di malattie gengivali e dentali quando costituito anche da ingredienti attivi quali fluoro o xilitolo.
  • essi rappresentano veicoli attraverso i quali vengono applicate sulle superfici dentali vari principi attivi, tra cui sostanze antibatteriche (triclosan, clorexidina, cloruro di cetilpiridinio), sbiancanti (perlite, etc.), desensibilizzanti (fluoruro amminico), ad azione antitartaro (pirofosfati) o ad azione remineralizzante (fluoruro stannoso, calcio, fosfati); tuttavia va rimarcato che essi non hanno alcuna azione sulla rimozione della placca, che avviene esclusivamente mediante l’azione meccanica dello spazzolino.

Tradizionalmente il dentifricio si presenta come una crema  (detta anche pasta dentifricia), ma viene commercializzato anche in forma di gel , o con composizioni miste. È generalmente estratto da un tubetto flessibile di materiale plastico . Il suo uso, è quasi sempre effettuato ponendo una porzione di questo su uno spazzolino , e tramite quest’ultimo viene sparso sulle arcate dentali e tra le gengive. Ve lo ricordavate il nostro Mentadent ?

 

Dentifricio AZ 15

Dentifricio AZ 15 .  Dentifricio AZ : e’ stato una delle prime valide alternative  ai soliti dentifrici degli anni sessanta e settanta . AZ ricerca, anche conosciuto semplicemente come AZ , è un marchio  di una linea di prodotti per l’igiene  prodotti dall’azienda americana Procter & Gamble e commercializzati in Italia .  Il marchio è stato introdotto sul mercato nel lontano 1965 , ed il primo prodotto della linea ad essere commercializzato è stato il famoso dentifricio  AZ15 ….. il famoso Gengidentifricio. Dagli anii ottanta  sono stati poi commercializzati anche spazzolini da denti , colluttori , linee di prodotti specifici per i bambini e le linee Az Tartar Control ed AZ Fluor Protection.Me lo ricordo perfettamente e il suo sapore per un ragazzetto come me, non era tra i migliori. Ma ebbe un notevole successo assicurando come spesso accade per tali prodotti…miracoloso rimedi per gengive e denti. Un altro piccolo tassello nel nostro viaggio nel passato.

 

Cotton fioc

Cotton fioc . Il bastoncino cotonato o bastoncino di ovatta (ufficialmente bastoncini per la pulizia delle orecchie) consiste in un’asticella le cui estremità sono rivestite di cotone idrofilo . La locuzione cotton fioc è un termine pseudoinglese in uso solo in Italiano , dal nome commerciale di un prodotto per il mercato italiano, della Johnson & Johnson  (in altri mercati dalla stessa azienda sono chiamati cotton buds o bastoncillos cotonetes).I bastoncini vennero ideati nel lontano 1923 dall’inventore statunitense di origine polacca  Leo Gerstenzang. Egli avrebbe osservato come la moglie fissava un fiocco di cotone all’estremità di uno stuzzicadenti per la pulizia personale del bambino. Gerstenzang fondò la ditta Infant Novelty Company per lanciare sul mercato la sua innovazione, che pochi anni dopo veniva chiamata Q-tips. Per quanto riguarda il materiale utilizzato per l’asticella, al legno si sono affiancati materiali come la plastica e, successivamente, il cartoncino . A causa dei devastanti problemi ambientali legati all’accumulo di enormi quantità di asticelle in prossimità dei corsi d’acqua, l’uso di bastoncini cotonati in materiale plastico (non biodegradabile) è in regresso dalla fine del XX secolo, tanto che in diversi paesi occidentali il modello in plastica è stato proibito .Si presta agli usi più disparati come il trucco oppure per il prelievo di campioni destinati alle analisi del laboratorio medico: in tal caso si usano bastoncini speciali confezionati singolarmente.L’uso dei bastoncini di cotone per la pulizia dell’ orecchio  è una pratica assai popolare quanto contestata. Per quanto riguarda l’efficacia, si dice in genere che il bastoncino spinga il cerume all’interno del condotto uditivo piuttosto che estrarlo; in merito alla questione della sicurezza, è opinione abbastanza affermata che un eventuale uso del bastoncino vada limitato alla parte esterna dell’orecchio, quella visibile; questo per evitare pericolose lesioni oppure un dannoso accumulo di cerume in prossimità del timpano . In alcuni paesi, le confezioni di bastoncini riportano sull’etichetta delle indicazioni per avvertire il consumatore di possibili danni e pericoli. Un secondo aspetto problematico dell’uso incauto di questo prodotto consiste nel fatto che, gettati nel WC, i bastoncini cotonati creano problemi otturando le tubature oppure ammassandosi negli impiantidi depurazione  e nei corsi d’acqua, per cui vanno sempre buttati in pattumiera , anche se l’obbligo di bastoncini biodegradabili ha sensibilmente migliorato la situazione. Un altro pezzo del passato ( ma anche presente ) che abbiamo analizzato. We are Vintage People.

Aquafresh

Aquafresh .  Aquafresh è un marchio della GlaxoSmithKline destinato a prodotti per l’igiene orale . Fu creato nel 1973 da SmithKline Beechan e portato in eredità durante le varie fusioni a cui l’azienda andò incontro. Fu il primo dentifricio “a strisce”, ossia composto da paste di differente colore che rimangono visivamente separate anche quando il tubetto viene spremuto. Nasce inizialmente con due colori, blu e bianco, ai quali il marketing  ha provveduto ad associare particolari caratteristiche; il blu indicava la capacità di conferire un alito fresco, il bianco indicava la capacità di mantenere i denti sani. Puntando principalmente sulla trovata delle strisce e sulla freschezza, e quindi diretto sostanzialmente a consumatori giovani, nel tempo ha in parte mantenuto questo posizionamento ma evolvendolo in direzione dell’igiene orale. All’inizio degli anni ottanta viene quindi aggiunto anche un terzo colore, il rosso, con conseguente riorganizzazione dei benefit; il blu sta per la freschezza, il bianco sta per la prevenzione della carie  e il rosso sta per la prevenzione della placca ). Più in generale, comunque, per far fronte alle esigenze di mercato, l’Aquafresh si è sviluppato proponendo numerose varianti sia a livello di pasta, disponibile in vari gusti e/o con varie caratteristiche, sia a livello di tubetto (ad esempio a partire dagli anni ottanta è stato disponibile in dispenser, cioè in un cilindro di plastica rigida che permette di far uscire la pasta premendo un pulsante). Al dentifricio sono stati affiancati inoltre anche altri prodotti, sempre a marchio Aquafresh; come spazzolini, colluttori  o gomme da masticare  per l’igiene orale.Ero piccolo ma a quei tempi ricordo di questa piccola rivoluzione nel campo dei dentifrici e averlo in casa era una gran bella novita’. Voi … ve lo ricordavate ?

 

Brillantina ( Grease )

Brillantina . La brillantina è un prodotto per il fissaggio della capigliatura a base di cera vergine , oli minerali ed acqua. Il precursore della brillantina fu l’olio di Makassar ,  che era utilizzato anche da Rodolfo Valentino .Nel 1900 E. Pinaud presenta un prodotto chiamato “brillantina” all’expo del 1900 di Parigi. La brillantina fu prodotta per la prima volta il 16 aprile 1928 con il marchio “Brylcreem ” dalla County Chemical Company di Birningham ( Inghilterra )  .Nel 1939  i piloti della Royal Air Force venivano chiamati scherzosamente i “Brylcreem Boys”, a causa del loro look.Al 1957 risale lo spettacolo del Carosello , chiamato  “L’infallibile ispettore Rock”, interpretato da Cesare Polacco , che reclamizzava  la brillantina Linetti  usando la celebre frase “Anch’io ho commesso un errore: non ho mai usato la brillantina Linetti”.Alla brillantina si ispirano il film Grease del 1978 e la serie tv del 1990 chiamata Brillantina .