Mototopo e Autogatto

Mototopo e Autogatto : una serie del 1969 dei mitici Hanna e Barbera. Gli episodi erano molto corti…sette minuti cadauno. Conosciuta anche come Topomoto e Autogatto. Autogatto ha un’officina dove costruisce i piu’ strampalati mezzi per cercare di catturare il topo…senza mai riuscirci.  34 episodi in totale. In italia ando’ in onda su Rai Uno….e su alcumne tv private nell’ambito di vari contenitori pomeridiani per bambini e ragazzi.

Serate Vintage

La prima serata delle nostre Serate Vintage che si chiamano Earth Vintage and Fire ( chi la dura la Vintage) e’ andata molto bene. Vi aspetto per la prossima data… il giorno 07-10-2017 …ovviamente al Volo . IL consueto mix di afro funky discomusic latino…anni 70 80 90 2000 . Per un…divertimento puro. A presto e grazie per il Vostro affetto.

Accessori auto anni 70

Accessori auto anni 70. Non esisteva auto in quegli anni che non avesse almeno uno dei tanti ” accessori” che si trovavano nei vari negozi specializzati…e non. Iniziamo con il pomello del cambio auto. Il paradosso…era che tu comperavi una macchina nuova e subito ci cambiavi il pomello del cambio…che era assolutamente privo dei disegni che ti indicavano le marce…retro compresa. Erano per meta’ trasparenti quasi a formare una piccola teca…all’interno della quale era posizionato in bella mostra un oggetto……tipo un dado..un teschio e cose simili. Favolosamente pacchiani e di gusto opinabile. Ma…..mi piacerebbe averne uno per la mia macchina….troppppppo vintage. Targhette calamitate . Classiche due varieta’. Quella con foto da mettere …della tua famiglie…moglie e figli…con la scritta : Vai piano. Oppure quelle clericali con immagini di Padre Pio, di Gesu’… o del Papa di turno e la scritta Dio ti protegga ( o simili). Ne esistevano altre varianti..ma queste due erano le piu’ gettonate. Bandelle di gomma    per scariche elettrostatiche. Si piazzavano dietro la macchina…fissate con una vite…e si lasciavano pendere verso la strada….sopra la quale si trascinavano quando la macchina andava. La gomma scarica a terra e la strisciolina in gomma serviva ad evitare le noiose scossette che si prendevano toccando la carrozzeria quando si saliva o scendeva dalla macchina. Non si è mai capito l’effettivo beneficio delle strisciette….ma comunque era sempre un bel vedere ..osservare tutte le varieta’ delle stesse. Erano diffusissime. Magari in qualche altro intervento parleremo ancora di accessori auto. Spero nel frattempo di aver fatto un piacevole amarcord.

Profumo Faberge’

Arriva in Italia nei primi anni settanta…. il Profumo Faberge’ piu’ famoso..ossia il brut. Era un profumo decisamente aromatico. Caratteristica era la forma delle bottigliette che contenevano il profumo…dal collo lunghissimo. Con gli anni arrivarono anche le nuove essenze ( come il musk ) e tutta la linea di contorno ( shampoo…bagno schiuma ..il dopo barba…). I testimonial erano presi principalmente dal mondo dello sport. Una curiosita’ : il brut era il profumo preferito da Elvis Presley.

Telefilm pre serale

Telefilm pre serale. Sulla rete ammiraglia della rai, poco dopo le 19…alle 19.20 per essere precisi .per tanti e tanti anni, a cavallo tra i settanta e gli ottanta…andava in onda un telefim per ragazzi ( a seguire…Almanacco del giorno dopo…previsioni del tempo e …il telegiornale). Direi che questa fascia e’ stata principalmente famosa per Happy Days , il famoso telefilm americano. Fu sempre difficile cercare di riempire quella fascia quando non andava in onda Happy Days. C’era Orzowei…Dr.Who…la Famiglia Partridge…Amore in soffitta…Tre nipoti e un maggiordomo…Paper Moon ..Lassie…Furia …Tarzan …Zorro…e tanti altri  . Ma quella fascia sara’ sempre ricordata per Happy Days. Era un buon periodo : era seguitissima sia perchè veniva prima del telegiornale…e sia perchè i ragazzi che erano a scuola..potevano prendersi un breve svago dopo ore passate sui libri. E poi…tutti a cena. Era sicuramente una delle fasce televisive piu’ seguite della giornata. Un appuntamento must….quasi come oggi..l’Happy Hour con lo spritz.

Attenti a quei due

Attenti a quei due ( The Persuaders in originale ) . Telefilm capolavoro andato in onda in Inghilterra tra il 1970 e il 1971. Fu un enorme successo in Europa. Un Roger Moore stratosferico..reduce dai successi del Santo…Simon Templar …perfettamente a suo agio nei panni di Lord Brett Sinclair. Un Tony Curtis ( gia’ purtroppo in carriera calante..) perfetto e bravissimo nella parte del ruvido Danny Wilde…un self made americano. L’episodio pilota…spega come si sono conosciuti ( E’ stato un piacere conoscerti e picchiarti). Ando’ in onda solo una stagione. Di li a poco Roger Moore sarebbe diventato il nuovo 007 e della seconda ventilata stagione…non si fece piu’ nulla. Un vero  peccato perchè il telefilm e’ sicuramente uno dei migliori telefilm degli anni 70 e non solo. L’alchimia Moore+Curtis funziona e fa scintille. Due bravissimi attori che mai si pestano i piedi ed anzi…si aiutano tra loro….a favore del pubblico. Ambientata nella british primi anni settanta…la serie e’ stata girata nei Pinewood studios ( una sorta di Cinecitta’ inglese…). Bellissima la sigla iniziale di John Barry. Un telefilm riuscito in tutto e per tutto : interpreti…personaggi di contorno ……. ambientazione. Una curiosita’ : gli abiti indossati da Lord Brett Sinclair….sono disegnati e ideati dallo stesso Roger Moore. Il mio cognome artistico ovviamente…..nasce da ..Lord Brett ….Sinclair. Stratosefrico l’episodio : Una strana famiglia. Un telefilm ironico, mai volgare o grossolano. Per tutti.

Camion AD FIAT 643 N / 643 T

Camion AD FIAT 643 N / 643 T : una categoria di camion…di una volta…quando il lusso era..avere il posacenere demtro all’abitacolo. Camion che quando si fermavano..ripartivano con una cintura…un fil di ferro. Avevano 9000 di cilindrata . Andavano…ovunque…e difficilmente ti lasciavano a piedi. La Fiat produsse in quel periodo dei camion praticamente…inaffondabili. Erano semplici…avevano lo stretto necessario , senza troppi fronzoli…e forse anche per questo…macinavano in sicurezza…chilometri su chilometri. Cari Vintagers….oltre 50 anni fa….!

We are the Champions Queen

We are the Champions Queen : una band leggendaria…un cantante leggendario…e una canzone leggendaria. Un bellissimo lento …con un crescendo fantastico ed avvolgente. Un brano di..quaranta anni fa…sempre attuale…sempre affascinante. Con la morte di Mercury nel 1991 ( a soli 45 anni) …la band e’ praticamente morta…nonostante i successivi tentativi ( poco fortunati e meramente commerciali ..di resuscitarla). I Queen erano Freddy Mercury…e Freddy Mercury era i Queen. Bellissima questa canzone.

Ellery Queen

Ellery Queen e’ un telefilm… vintage nel vintage. E’ uscito in america ben 42 anni fa…ed era ambientato negli anni 40 ( nell’immediato dopo guerra). Adattamento televisivo ai famosi racconti gialli di Ellery Queen ( che era la sigla di due persone… Frederick Dannay e Manfred B. Lee ) . Un cast azzeccatissimo : oltre a Jim Hutton ( papa’ dell’attore Timothy) non vedrei nessun altro nel ruolo dell’allampanato Ellery.  Purtroppo la prematura scomparsa dell’attore nel 1979 fece smorzare tutti gli entusiasmi di una possibile seconda serie. I telefilm sono semplici…..immediati…senza troppi fronzoli dispersivi. Bellissime le ambientazioni dell’epoca. Classica nel finale…la sfida al lettore…tipica dei libri del duo..che qua diventa..la sfida allo spettatore. Ellery ti invitava a risolvere il mistero , mettendoti sul piatto tutti gli elementi necessari…rivolgendosi direttamente alla telecamera. Suo padre…l’ispettore Queen …e’ ottimamente interpretato e la coppia si trova spesso a stretto contatto per la soluzione del caso ( alla fine pero’ sara’ sempre Ellery che riuscira’ a sciogliere l’intrigata matassa). Tutti i personaggi di contorno…importantissimi…come lo sfortunato Simon Brimmer….che tenta sempre senza successo ..di arrivare prima di Ellery. Un telefilm che ha fatto epoca e che vede all’interno di ciascun episodio…..validi interpreti delle storie ( Joan Collins…Vincent Price…David Doyle..Ida Lupino …) che con la loro professionalita’ rendon piacevolissima la visione di questo telefilm. Lo adoro..ho tutta la collezione in dvd e non è un mistero che il mio nickname ( datomi da mia madre una quarantina di anni fa)…. nasce da questo telefilm. Un peccato che l’idea di un telefilm Ellery Queen non sia stata piu’ ripresa : erano piacevoli…mai volgari…mai grossolani. E voi cari VIntagers..ve li ricordavate?

Grease

Grease  e’ un film……senza tempo. Il prossimo anno fara’ 40 anni e il bello è che…non li dimostra. Travolta veniva dal successo dell’anno precedente ( Saturday night fever) e aveva bisogno di conferme. Olivia Newton John era gia’ una famosa cantante ed è stato l’azzardo piu’ grosso ( un azzardo…azzeccato e riuscitissimo). Una semplice storia d’ampre tra Danny e Sandy…che ha entusiasmato il mondo. Musiche assolutamente fantastiche. You are the one that I want e’ tra i 10 singoli piu’ venduti di tutti i tempi. La title track ( scritta da Barry Gibb) fu un enorme successo. L’angelo Frankie Avalon…ci fa sognare con la sua Beauty school drop out. Ma sono le atmosfere degli anni a cavallo tra i cinquanta e i sessanta..che ti avvolgono e ti fanno sognare. Gia’..perchè la gente aveva nostalgia di quel periodo….gia’ nel 1978. Un film che avro’ visto almeno 20-30 volte e che rivedrei ancora….20-30 volte. Pulito….non volgare..educato….mai grossolano. Una regia…azzeccatissima quella di Randal Kleiser : veloce..spumeggiante…simpatica. Un Travolta che raggiunse il top e una OLivia…consacrata come uno dei sex symbol piu’ puliti che siano mai esistiti. Qua siamo come una sorta di vintage nel vintage. Un film di quaranta anni fa che va indietro ancora di un ventennio . Azzeccati tutti gli attori….dai protagonisti a quelli di contorno. Un gran film…frizzante…musicale..ben interpretato…ben fatto. Premiato da critica e pubblico. Ragazzi/e…si va alla Ryddell High School.