Festa San Silvestro

Festa San Silvestro .  La notte di San Silvestro, vigilia di Capodanno, corrisponde alla notte tra il 31-12 e il 01-01 ( Capodanno ) . Essa è celebrata in diversi modi a seconda della nazione. Si chiama così in quanto il 31 dicembre , il santo che si festeggia è proprio San Silvestro . Il 31 dicembre  viene spesso anche erroneamente chiamato Capodanno, pur trattandosi in realtà solo della vigilia di esso. In Italia , è tradizione fare la cosiddetta cena di Capodanno, un’abbondante cena per alcuni elementi simile a quella della vigilia di Natale , ma in cui il piatto tradizionalmente più caratteristico che lo distingue dal cenone natalizio è lo zampone o il cotechino  con le lenticchie . In genere si usa fare il “veglione” cioè stare svegli fino a mezzanotte passata, cioè non più il 31 dicembre ma già il primo dell’anno. In genere si passa in famiglia, o con gli amici, in piazza, dove si organizzano concerti o feste varie, o in casa. Si usa, generalmente a partire da 10 secondi prima della mezzanotte, fare il conto alla rovescia, fino ad arrivare a zero, dove si augura il buon anno, si brinda stappando lo spumante e guardando i fuochi d’artificio. È tradizione anche, quando si fa il conto alla rovescia, tenere in mano, oltre al bicchiere di spumante, anche dell’uva e tre monetine diverse, come portafortuna. E’ importante andare sul sicuro, per chi vuole uscire a mangiare fuori. Scegliete sempre la qualita’ e mai la quantita’  ( che spesso corrisponde ad un prezzo basso , ma non sempre , e qualita’ scadente). IO il 31-12-2018 saro’ agli Antichi Sapori di Cola’ di Lazise ( VR ). La qualita’ è garantita ( vi allego il fantastico menu’ ). sara’ una occasione per mangiare bene e poi ballare con lo spirito di questa pagina…ossia tanta musica vintage-revival.  Lo spirito di questa pagina e’ quello di vivere il presente…con un occhio al passato. E ..cosa c’è di meglio che ascoltare in una sera..la piu’ bella musica di sempre ? Vi aspetto : prenotatevi sin da ora.

 

La rivincita dei nerds

La rivincita dei nerdsLa rivincita dei nerds (Revenge of the Nerds) è una commedia del 1984 diretta da Jeff Kanew e incentrata sulle vicende di un gruppo di studenti americani emarginati dai propri coetanei liceali perché goffi, trasandati e dall’apparenza di sprovveduti, nonostante l’ottimo profitto scolastico, dunque dei nerd , non in linea con la moda e lo stile di vita audace della maggioranza (cool).Una divertente locandina promozionale ritraeva due personaggi con abbigliamento ed accessori bizzarri. Arizona, due adolescenti entrano nel prestigioso Adam’s College imparando presto la loro “condizione” e sottoposti alle angherie del gruppo leader “Alpha Beta”, proverbialmente costituito dalla locale squadra di football americano . Lo stesso allenatore ha più potere del direttore del college.I nostri, assieme ad altri ragazzi del genere nerd, tra i quali un giovanissimo precoce genio , costituiscono la loro confraternita, “Lambda Lambda Lambda”, e nonostante gli scherzi pessimi da parte dei nerboruti Alpha, tentano di emergere avvalendosi della loro intelligenza, vincendo le elezioni scolastiche ed arrivando a sedere al prestigioso Consiglio Greco , massima autorità studentesca. Negli anni seguenti sono stati realizzati diversi seguiti, come La rivincita dei nerds II – Nerds in paradise  ( 1987 ) , La rivincita dei nerds III- The next generation ( 1992 ) e La rivincita dei nerds IV – Nerds in love ( 1994 ) .

 

Vacanze di Natale ( film )

Vacanze di Natale ( film ) .Vacanze di Natale è un film commedia del 1983 diretto dal regista Carlo Vanzina . È un’amara fotografia in chiave ironica dell’Italia vacanziera, secondo la mentalità degli anni ottanta. Il film è uscito sull’onda del successo di Sapore di Mare (1983), di cui ritroviamo alcuni interpreti e del quale si può considerare in un certo qual modo la versione natalizia (anche se, a differenza del suo predecessore estivo, è ambientato in epoca contemporanea e non negli anni sessanta . Con il tempo è diventato l’antesignano di un fortunato filone cinematografico, definito dalla stampa specializzata moderna cinepanettone. Nel 2010 è stata proiettata una retrospettiva del film alla 67 mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia . Per l’occasione ha presenziato buona parte del cast.Il 13 dicembre 2017, in occasione dell’anteprima di Super Vacanze di Natale , ne è stata riallestita l’ambientazione a Cinecitta’  , occasione per la quale hanno presenziato alcuni dei protagonisti quali J.Cala’, C.Amendola e S.Sandrelli . Cortina :  le famiglie italiane più rinomate, ricchi signori milanesi e romani, si danno appuntamento per trascorrere le vacanze natalizie nella località turistica delle Dolomiti. Ci sono i Covelli, una famiglia di ricchi costruttori edili: l’avvocato Giovanni Covelli, il capofamiglia annoiato dalla routine delle vacanze di Natale, la moglie snob attenta solo all’immagine, e i tre figli Roberto, Diamante e Luca. Il primo è giunto a Cortina d’Ampezzo direttamente da New York con la bellissima fidanzata Samantha; la seconda, scorbutica e inquieta, ha un pessimo rapporto con Roberto; il terzo pensa più allo sport (e in particolare alla Roma  , di cui è tifoso sfegatato) che alla fidanzata Serenella, la quale per gelosia gli fa credere che il suo migliore amico, il borgataro Mario, si sia invaghito di lei.Mario, venuto in vacanza da Roma a Cortina con la sua famiglia un po’ rozza ma simpatica, è interessato in realtà a Samantha e riesce a trascorrere con lei la notte di Capodanno, con la promessa di rivedersi anche nei periodi successivi, quando le vacanze saranno finite, e a riappacificarsi con Luca, che gli chiede scusa per aver creduto alla storia falsa di Serenella.C’è poi Billo, squattrinato playboy sciupa femmine che suona al piano bar e che rincontra la sua ex fiamma Ivana, moglie annoiata di un milanese arricchito e superficiale, Donato, che la trascura. Stanca del marito, Ivana viene spinta al tradimento dall’amica Grazia, l’infedele moglie dell’imprenditore bolognese Cesarino Tassoni.Billo è ancora innamorato di Ivana ma, dopo avere saputo che è sposata con Donato, cerca di fare incontrare quest’ultimo con Moira, detta “la mandrilla di Porto Recanati”, una prostituta, in modo che Ivana abbandoni il marito. Infatti, dopo aver scoperto il tradimento di Donato, Ivana finisce tra le braccia di Billo, ma torna poi dal marito dopo aver scoperto che ha avuto un incidente con l’auto.L’estate successiva, tutto il gruppo si ritrova di nuovo, ma questa volta sulle spiagge della Sardegna . C’è anche Billo, ancora alle prese col pianobar e sfiancato dal mestiere che definisce molto duro, costretto ogni sera a portarsi del “lavoro” a casa.Le riprese del film, durate tre settimane, sono state effettuate a Cortina d’Ampezzo ( Belluno ) nell’autunno del 1983.  I manifesti e le locandine utilizzate per la promozione del film, all’epoca della sua diffusione nelle sale cinematografiche italiane, sono del celebre illustratore R.Casaro .  Il film venne distribuito nelle sale cinematografiche italiane il 23 dicembre 1983.Al botteghino il film ha incassato 2.939.774.000 lire   classificandosi al 9º posto tra i film di maggior successo della stagione cinematografica italiana 1983-84 .Il film è stato accolto tutto sommato positivamente dalla critica dell’epoca che ha apprezzato come il regista sia riuscito ad offrire le poche idee presenti, con gusto, arguzia e un po’ di sentimentalismo. A tutto questo ha saputo aggiungere un gruppo di simpatici giovani attori, delle belle ragazze, alcuni attori di provato mestiere e un comico che gode dei favori del pubblico, proprio come aveva già fatto nel precedente Sapore di Mare.

Jeeg robot d’acciaio

Jeeg robot d’acciaio . Jeeg robot d’acciaio (鋼鉄ジーグ Kōtetsu Jīgu?) è un manga giapponese di genere mecha esordito su una rivista edita dalla Kodansha nell’aprile 1975. Venne ideato da Go Nagai e dal disegnatore Tatsuya Yasuda. Dal manga venne tratta nello stesso anno una serie televisiva anime di 46 episodi, prodotta dalla Toei Animation . La storia tratta del risveglio dal sonno millenario dell’antico popolo Yamatai che vorrebbe conquistare il mondo ma viene contrastato dal robot Jeeg.Il professor Shiba, noto scienziato giapponese, durante una ricerca archeologica, scopre una antica campana di bronzo appartenuta all’antico popolo Yamatai, soggetto alla malvagia regina Himika. Una popolazione che ha sempre fatto come regola di vita la sopraffazione dell’uomo sull’uomo. Il popolo Yamatai non si è estinto, si è ibernato nella roccia in attesa di ritornare in vita: solo la magica campana di bronzo gli permetterebbe di conquistare il mondo: per questo il professore decide di nascondere la campana e approfittando di un grave incidente di laboratorio in cui viene disgraziatamente coinvolto suo figlio Hiroshi, gli salva la vita trasformandolo in cyborg e gli miniaturizza nel petto la campana, rendendolo invulnerabile. Hiroshi cresce senza essere a conoscenza di tutto ciò; diventa un grande campione di Formula 1 . Un giorno durante una corsa egli rimane vittima di un grave incidente automobilistico, dal quale rimane incredibilmente illeso: ma nulla gli lascia intuire la sua invulnerabilità. In quegli stessi istanti rinascono dalle rocce i guerrieri Haniwa , insieme al perfido ministro Ikima, che aggrediscono il professore ferendolo gravemente. Mika Uzuki , la sua giovane e dolce assistente, lo ritrova e lo riporta morente a casa della sua famiglia, dove morirà fra le braccia del figlio, ma non prima di avergli consegnato una strana collana e un paio di misteriosi guanti. Il professor Shiba ha però creato, prima di morire, un computer dove ha riversato tutta la sua conoscenza: ed è questa che rivela al figlio di potersi trasformare in un robot, Jeeg, il robot d’acciaio, destinato a difendere l’umanità dai terribili mostri Haniwa. Comincia così la lunga guerra che vede il giovane Hiroshi, ribelle e presuntuoso ma sicuramente coraggioso, combattere contro i guerrieri della perfida regina Himika comandati dai perfidi ministri Ikima, Mimashi e Amaso. Inizialmente inconsapevole del segreto che porta nel suo petto, lotterà senza grande senso di umanità, ma poi, poco alla volta, prenderà coscienza della sua responsabilità e maturerà nello spirito e nel carattere. Nelle battaglie il padre sarà sempre vicino a Hiroshi, consigliandolo e aiutandolo direttamente o tramite la sua assistente Miwa (alla guida del suo velivolo il Big Shooter), o attraverso i suoi scienziati, collaboratori della Base Antiatomica, il laboratorio di ricerca da lui diretto in vita e ora gestito dal suo diretto aiutante, il prof. Dairi. Ma la regina Himika scopre il segreto della campana di bronzo riuscendo a radiografarla dal petto di Hiroshi, interpretando le iscrizioni grazie alle quali invoca il malvagio Imperatore del Drago (noto anche come il Signore del Drago), ma quest’ultimo, anziché venirle in aiuto, la ucciderà per sostituirsi a lei sul trono.Da allora, la guerra con Jeeg e gli umani si inasprisce: ma nello stesso tempo, lo stato d’animo dei ministri di Himica, ancora fedeli alla loro regina, crea malessere all’interno dell’impero Yamatai. Mimashi, coraggioso ministro di Himika, aizza il suo popolo contro il Signore del Drago, tentando una rivolta ma fallisce e rimane ucciso. Ikima e Amaso si assoggettano al Signore del Drago ma saranno sempre bistrattati da quest’ultimo, che presto li sostituirà con Flora, una giovane guerriera umana che si trova molto vicina al Signore del Drago, grata per averle ridato la vita quando da piccola era stata inavvertitamente uccisa durante una battaglia (nella quale i suoi genitori erano rimasti uccisi) mentre cercava di salvare un cucciolo di lupo.Flora ha sangue umano nelle vene e non riesce a dimenticare il suo cuore umano. Hiroshi e Flora si incontrano e subito il giovane si accorge dello stato d’animo di Flora, al punto da cercare di convincerla a tornare sui suoi passi. Il Signore del Drago riesce sempre ad averla vinta sui sentimenti di Flora, in nome di quell’antica gratitudine. Ma un giorno Hiroshi viene rapito e portato nel regno Yamatai, in quell’occasione Flora capisce i suoi errori e tradisce il suo imperatore liberando Hiroshi. Ma il tradimento si paga con la morte e la giovane guerriera viene trucidata dallo stesso Imperatore.La guerra non ha limiti ma l’impero Yamatai, dopo le varie sconfitte, va sempre più indebolendosi. Solo un attacco in massa può portare alla vittoria. Jeeg si difende strenuamente ma con difficoltà al punto di rischiare la disfatta. Il computer della base, il professor Shiba virtuale, si schianta contro l’astronave nemica uccidendone gli occupanti (compreso Ikima) e salva Jeeg da una grave sconfitta. Desideroso di vendicare il padre, Hiroshi riprende fiducia in sé, trovandosi faccia a faccia con il perfido Signore del Drago. Un duro scontro lo porta a vincere contro il suo potente nemico.La guerra è finita, Hiroshi è maturato e ha acquistato una grande sicurezza di sé, sarà sempre disposto a difendere la sua famiglia e il suo popolo, in nome della pace.

Chi la dura la Vintage

Chi la dura la Vintage . L’occasione per sentire un po’ di Vintage…un po’ di revival o se preferite … sentire live lo spirito di questa pagina , e’ sicuramente venire ad una delle mie serate . Si chiamano : Chi la dura La Vintage . Tanti generi musicali : discomusic afro funky latino anni 60 70 80 90 2000( anche una spruzzata di attuali )  italian tormentoni e tanto altro ancora. Ascolterete … la piu’ bella musica di sempre , i pezzi che vi hanno fatto impazzire e che ancora adesso Vi emozionano e vi fanno scatenare. Liberate il Tony Manero che è in voi. Dove ? Alla Pizzeria il Volo a Caselle ( VR ).  Le originali serate revival ( le piu’ complete della zona ) sono solo con Ellery Sinclair. Diffidate dalle imitazioni.

 

Olio Bertolli

Olio Bertolli .Bertolli è un’azienda alimentare italiana specializzata nel settore dell’olio di oliva , oggi di proprietà del gruppo spagnolo Deoleo   S.A. (ex Sos Corporaciòn Alimentaria S.A.) .L’azienda fu fondata a Lucca nel 1865  dai coniugi Francesco e Caterina Bertolli, come piccola bottega per la rivendita di olio .  Verso l’inizio del Novecento , la ditta da piccolo negozio si trasformò in un’importante azienda di rilevanza regionale, creando diversi stabilimenti oleari e vinicoli in altre zone della Toscana . L’attività produttiva si concentrò soprattutto a Lucca e Livorno  dove vennero create due raffinerie di olio, e a Castellina Scalo, frazione di Monteriggioni ( SI ) , dove nacque uno stabilimento per l’imbottigliamento del vino .Il marchio Bertolli acquisì rapidamente fama non solo in Italia , ma anche all’estero, e soprattutto nelle Americhe , dove l’azienda toscana già agli inizi della sua attività, divulgò il proprio marchio per la presenza di nutrite comunità italiane.L’azienda passata poi in gestione agli eredi del Bertolli, negli anni sessanta entrò in crisi, e questi la tennero fino al 1972 , quando la cedettero alla Alimont ( Gruppo Montedison ). Nel 1974 il gruppo rinominato Alivar  confluì nella SME, la societa’ finanziaria dell’IRI per il settore alimentare.Nel 1986 in ambito SME vennero accorpate alla società Cirio , le divisioni Bertolli e De Rica dell’Alivar e fu creata una nuova società: la Cirio, Bertolli, De Rica-Società Generale delle Conserve Alimentari S.p.A, azienda italiana controllata al 99,99% da SME.Il 1º gennaio 1987 , la Cirio-Bertolli-De Rica ha venduto lo stabilimento di Castellina Scalo (Siena) alla DAVIDVINI srl che ne ha affittato per 3/4 alla FRA GRI Fratelli Grifoni di Giulio Grifoni e C. snc, per continuare a confezionare il “Castellino”. Nel mese di dicembre dello stesso anno, la FRA GRI Fratelli Grifoni di Giulio Grifoni e C. snc ha affittato l’azienda alla NUOVA FRA GRI s.r.l. per continuare l’attività enologica nello stabilimento di Castellina Scalo.La Cirio-Bertolli-De Rica fu ceduta nel 1993 alla Fisvi (Società finanziaria lucana) per 310 miliardi di lire  per conto del gruppo Unilever . Sotto la proprietà della Unilever, la produzione dell’olio a marchio Bertolli venne trasferita in uno stabilimento della multinazionale  anglo-olandese sito a Inveruno (MI ). Nel 2008 Unilever cede il marchio internazionale, insieme con lo stabilimento di Inveruno , per 630 milioni di euro , al gruppo spagnolo Sos Corporacion Alimentaria S.A.  oggi divenuto Deoleo  S.A. già proprietario dei marchi Carapelli, Sasso, Minerva Oli  e Friol, trattenendo però per sé tutti i prodotti diversi dall’olio a marchio Bertolli, come la margarina, i condimenti per la pasta e i cibi congelati.

Through the Barricades

Through the Barricades .Through the Barricades è un singolo degli Spandau Ballet pubblicato nel 1986 ed estratto dall’ album omonimo .Through the Barricades, presente anche in varie raccolte degli Spandau Ballet, è considerata da diversi elementi del gruppo il miglior pezzo che abbiano mai inciso.Il brano fu scritto da Gary Kemp . Il singolo, prodotto da Gary Langan  e uscito su etichetta CBS, raggiunse il secondo posto delle classifiche in Italia , dove risultò il nono singolo più venduto in assoluto del 1986.La maggiore ispirazione per la composizione del brano fu la morte di un amico degli Spandau Ballet, Thomas Riley, ucciso a Belfast  da un poliziotto il 9 agosto 1983 .L’autore del brano, Gary Kemp, affermò di averlo composto nell’arco di una sola serata, mentre si trovava in Irlanda.«We made our love on wasteland and through the barricades» (Through the Barricades (1986).

Il testo parla di una storia d’amore tra una ragazza e un ragazzo di religione opposta nell’ Irlanda del Nord martoriata dalla guerra civile tra cattolici e protestanti. La storia d’amore, osteggiata dalle famiglie dei due, sembra avere un finale tragico. Il brano è in gran parte accompagnato dal suono di una chitarra . Nel video musicale le immagini dell’esecuzione del pezzo da parte degli Spandau Ballet si alternano con le immagini di un ruscello.

 

Flat Eric

Flat Eric. Flat Eric è un pupazzo creato da Janet Knecthel della Jim Henson’c creature shop. Flat Erik è stato animato da Drew Massey in alcune campagne pubblicitarie della Levi’s del 1999 in cui, con il suo amico Angel, gira la California , inseguito dalla polizia, al ritmo di Flat Beat di Mr.Oizo .Oltre che per la Levi’s, il pupazzo è comparso anche nella prima serie della commedia The Office  trasmessa dalla BBC nel 2001-2003 e nel 2004 come co-protagonista con David Soul  in una pubblicità per la rivista Auto Trader .Il nome Flat Eric deriva da un’idea pubblicitaria inutilizzata, da cui venne recuperato il nome del personaggio. La struttura del pupazzo è basata su quella di Stephanie, un pupazzo simile, ma senza orecchie, comparso in alcuni video di Mr. Oizo.

Baccara

Baccara.Baccara è un duo musicale femminile spagnolo attivo dagli anni settanta  che ha avuto il periodo di maggior successo a cavallo tra la fine degli anni settanta e i primi anni ottanta. È conosciuto per canzoni note su scala internazionale come Yes sir , I can boogie e Sorry, I’m a lady. Le due cantanti sono le spagnole Mayte Mateos ( 07-02-51) e Maria Mendiola ( 04-04-1952 ) . La loro musica è un mix degli stili disco music e pop music, con testi in lingua inglese , cantate col peculiare accento della lingua spagnola .Nel 1976 , dopo la loro uscita dal Balletto della Televisione Spagnola, Mayte Mateos e María Mendiola formarono il duo Venus. Mayte e María fecero la loro prima apparizione televisiva come duo nel programma Palmarès, dove agivano evocando le sorelle Kessler . Il contratto che avevano firmato con una sala di spettacoli di Saragozza arrivò alla sua fine, ma grazie ai suoi contatti personali María gestì alcune presentazioni nelle Isole Canarie.Presso l’Hotel Tres Islas a Fuerteventura  avvenne il provvidenziale incontro con Leone Deane, direttore della RCA tedesca, Patrick Krevitz e Fred Dieckmann, anche nel settore della musica, che si cristallizzò con la registrazione di un album col nuovo nome di Baccara. L’album, scritto e prodotto per Rolf Soja e Frank Dostal , sorpassò le aspettative della casa discografica e dei propri artisti.Nel 1977 le Baccara vendettero più di 16 milioni di esemplari del singolo “Yes Sir, I Can Boogie”, entrando nel Libro Guinness dei Records come il gruppo musicale femminile che aveva venduto più dischi fino a quella data. “Yes Sir, I Can Boogie” fu il primo singolo interpretato da un duo femminile che arrivò ad essere numero uno nel Regno Unito e il primo per un artista spagnolo fino a J.Iglesias ,  quattro anni più tardi.Le Baccara divennero uno dei gruppi spagnoli di maggiore riconoscimento internazionale, pur raccogliendo il maggior successo al di fuori della  Spagna . Sono state le numero uno praticamente in tutti i paesi europei, sottolineando il loro gran successo in Germania , dove i loro dischi venivano prodotti,Norvegia, Russia, Svezia  e, in grado minore, nel Regno Unito . Il pubblico scoprì due donne eleganti e affascinanti, con un abbigliamento sexy, sempre in bianco e nero, interpretanti canzoni sensuali.Le Baccara rappresentarono la Gerrmania Occidentale con la canzone “Mad In Madrid” nell’ottava edizione del Festival Mondiale della Canzone Popolare nel 1977 .  Mayte e María erano le grandi favorite del Festival ma ottennero solo il quattordicesimo posto. Questo Festival era il concorso musicale più grande del mondo e si basava sulla filosofia in base alla quale la musica è la lingua comune di tutta l’umanità, senza tenere conto dei limiti politici ed economici.Le Baccara parteciparono all’Eurofestival del 1978  rappresentando il Lussemburgo  con la canzone “Parlez-Vous Français?”. Finirono settime. Nonostante questo, il brano fu il più venduto tra tutti quelli che parteciparono a quell’edizione del Festival.Nel 1979 in occasione dell’Anno Internazionale del Bambino , le Baccara registrarono la canzone “Eins Plus Eins Ist Eins” per celebrare il ventesimo anniversario della Dichiarazione dei Diritti del Bambino ed incoraggiare la sua applicazione.Dopo una serie di grandi successi come “Sorry, I’m A Lady”, “Darling”, “The Devil Sent You To Laredo”, “Body-Talk” e “Ay, Ay Sailor”, il duo si disintegrò in seguito ad una gran polemica che sorse col lancio dal singolo “Sleepy-Time-Toy”. Nel 1981, dopo avere registrato il loro quarto album, entrambi i membri decisero di iniziare carriere separate. Né Mayte né María ottennero molto successo come soliste e, dopo alcuni anni, si cercarono nuove compagne e rifecero il duo. A partire da quel momento ci furono due formazioni con lo stesso nome: Baccara. Attualmente, María ha come compagna Marisa Pérez (dal 1985 ), e Mayte fa coppia con Paloma Blanco. Baccara continua presentandosi in tutta l’Europa e non ha smesso di lanciare nuovi dischi sul mercato nelle sue due formazioni.Nel dicembre 2009 lo spot pubblicitario dello stilista Cesare Paciotti i ebbe come colonna sonora la canzone di Baccara “Yes Sir, I Can Boogie.” così come nel 2012 lo spot delle cover telefoniche della “Puro”.La canzone “Sorry, I’m A Lady” di Baccara fa parte della colonna sonora originale del film Mine Vaganti  (2010) del regista turco F.Ozpetek : il brano fa da sottofondo a una delle scene più esilaranti della pellicola, in cui i protagonisti improvvisano un balletto in mare.

Kool & the gang

Kool & the gang .I Kool & the Gang sono un gruppo musicale statunitense . Si formarono nel 1964  a Jersey City, in New Jersey ed attraversarono diverse fasi nella loro carriera. Iniziarono come praticanti dell’r&B e del funk a metà anni 60. L’esplosione commerciale avvenne nel 1974, quando uscì il disco “Wild and Peaceful”, che abbraccia in pieno il genere disco.La grafia iniziale del gruppo era Kool and the Gang, come l’album di debutto omonimo del 1969 . Dall’album Wild and Peaceful del 1973  adottarono la grafia Kool & the Gang, mantenuta da allora in poi. I membri principali del gruppo, nel corso degli anni, sono stati i fratelli Robert Bell  (conosciuto come “Kool”) al basso (nato l’8 ottobre 1950  a Youngstown, in Ohio ) e Ronald Bell  al sassofono tenore (nato il 1º novembre 1951 a Youngston, in Ohio); George Brown alla batteria (nato il 5 gennaio 1949 );Robert Mickens  alla tromba e alle percussioni; Dennis Thomas al sassofono alto; Claydes C.Smith alla chitarra (nato il 6 settembre 1948  e morto il 20 giugno 2006 ), il trombonista Clifford Adams (Nato il 8 ottobre 1952, Trenton, New Jersey, Stati Uniti e morto il 12 gennaio 2015, Trenton, New Jersey, Stati Uniti) e Rick Westfield  alla tastiera. Il padre dei fratelli Bell era uno dei manager di Thelonious Monk e i fratelli erano amici di Leon Thomas . Da notare che l’ultimo chitarrista dei Kool & the Gang, Claydes Charles Smith, scrisse molti dei successi del gruppo, tra cui Joanna, Hollywood Swinging e Celebration. Nel 1964 , Robert formò una banda strumentale chiamata “The Jazziacs” con cinque amici del liceo.Cambiarono il loro nome in “Kool & the Gang” e segnarono le pop-charts mondiali con l’uscita del loro debutto musicale, Kool and the gang . Nonostante ciò, nessuno dei tre singoli dell’album riuscì a scalare la vetta delle pop-charts, i loro successi R&B furono veloci e di massa. Seguirono diversi album dal vivo e in studio, ma Wild and Peaceful del 1973  suscitò parecchio interesse nel mondo della musica con i singoli Jungle Boogie (che in futuro verrà utilizzata in Oulp Fiction si Q.Tarantino ) e Hollywood Swinging . Molte critiche giudicano l’album The Spirit of the Boogie del 1975  come il più grande successo della band. Comunque, dopo quell’album la band passò dal genere funk   alla disco-funk .Nella seconda metà degli anni settanta ci furono grosse novità con l’ingresso del nuovo cantante James “J.T.” Taylor. Nel 1979  con l’album Ladies’Night ed i singoli che ne conseguirono ci fu la vera consacrazione. Le loro numero 1 in quegli anni furono Fresh e Celebration , dall’album Celebrate ! , prodotto da Eumir Deodato . Alcuni brani riuscirono ad ottenere successo come ad esempio, Big Fun, No Show, Get down on it e Joanna . Il loro album del 1984 , Emergency  si posizionò quattro volte entro le 20 hit del momento. Il gruppo si fermò del tutto dopo l’album Forever , quando sia Taylor che Ronald Bell abbandonarono il gruppo; entrambi ritornarono in seguito, ma la vena creativa non fu più quella di un tempo.L’ultimo album pubblicato dai Kool & the Gang è Still Kool, pubblicato nel 2007 .