Confetto Falqui

Confetto Falqui . Il confetto Falqui è un medicinale molto diffuso commercializzato da vari decenni : ha una composizione abbastanza forte ed inoltre, può avere delle controindicazioni pur essendo di fatto un medicinale da banco. Viene utilizzato per combattere i problemi di stipsi . Il confetto Falqui è una compressa rivestita che ha una serie di proprietà particolari. Alla base del confetto Falqui c’è il bisacodile, che è un principio attivo derivato dal difenilmetano. È un lassativo di contatto che aumenta l’apporto di acqua nelle feci e quindi fa transitare velocemente tutto quello che c’è nell’intestino. È chiaro che con questa procedura ci sarà una modifica della permeabilità della mucosa intestinale e ci potrebbe anche essere un rilascio delle prostaglandine. Si avrà una sorta di effetto osmotico. Con l’utilizzo di questo prodotto la mucosa libera elettroliti in grado di far defluire tutto quello che è rimasto bloccato all’interno dell’intestino. La ditta Falqui e’ nata a Milano nel 1938 su iniziativa del farmacista Pasquale Falqui e  deve la sua fama principalmente al Confetto Falqui, ossia un confetto lassativo  masticabile reso popolare da un fortunato spot del Carosello , interpretato  interpretato da Tino Scotti i. Il principio attivo del “Confetto Falqui”, la fenolftaleina , a causa delle numerose controindicazioni e dell’elevata tossicità è stato sostituito negli anni ’90 dal bisacodile . Da allora il nome commerciale del prodotto è mutato in “Confetto Falqui c.m.” (c.m. = composizione modificata). L’azienda è nota anche per produrre le Palline Ziguli’ .

 

Cindy

Cindy. Cindy è l’orsetta eternamente innamorata dell orso Yoghi , con il quale instaura un reciproco corteggiamento.L’orsetta Cindy apparve per la prima volta nel 1961  nella serie televisiva The Yogi Bear Show , come un personaggio semi-ricorrente. Il disegno originale era caratterizzato da una pelliccia blu, un cappello , un foulard  bianco al collo e portava un ombrellino  parasole, in tinta con la sua minigonna increspata. È apparsa da co-protagonista nel film del 1964 Yoghy, Cindy e Bubu , in cui viene tenuta prigioniera in un circo e fatta esibire come equilibrista funanbola, stimolando Yoghi e Bubu a venire in suo soccorso. Per il film, è stata ridisegnata dal direttore artistico Iwao Takamoto , nella versione moderna più familiare con una pelliccia marrone chiaro, una mini gonna increspata di colore azzurro e un foulard giallo al collo.Cindy ha ricevuto una piccola serie di modifiche al disegno. In Natale con Yoghi aveva una pelliccia marrone scuro e capelli bianchi, così come un certo numero di diversi abiti, che ha indossato per tutto il film.Residente nel parco di Jellystone, è raramente coinvolta nelle stesse stravaganti avventure di Yoghi e  Bubu  e non condivide lo stesso rapporto antagonistico con il Ranger Smith . La sua storia d’amore con l’orso Yoghi è tipicamente raffigurata come un lascia e piglia, con lei che lo insegue, mentre lui a volte evita le sue avances ed altrettanto spesso la contraccambia. È caratterizzata da un carattere dolce, romantico e sognatore, fa infatti molti progetti riguardanti lei e l’orso Yoghi, ma quest’ultimo è troppo preso dalle sue mirabolanti avventure, per contraccambiarla. Parla con accento del sud e nel The new Yogi Bear Show  , ne viene anche presentata la madre; infatti, nella serie viene rivelato che Cindy proviene da una famiglia benestante del sud.

Homo Sapiens

Homo Sapiens .Homo Sapiens è un gruppo musicale  italiano degli anni settanta . La band si forma nel 1966. Originariamente, ai tempi delle loro prime uscite pubbliche, dove riscuotono sempre un certo successo, il nome del gruppo è i Tarli. Nel 1971 , cambiano il loro nome in Homo Sapiens. Il chitarrista è Rodolfo Maltese , successivamente membro del Banco del Mutuo Soccorso . In quel periodo collaborano spesso con Herbert Pagani . Nel 1972 , la formazione si stabilizza con l’entrata di Maurizio Nuti.Nel 1974  partecipano a Un disco per l’estate con Oh Mary Lou, e alla stessa manifestazione tornano decisamente con maggior successo nell’edizione successiva con Tornerai tornerò, semifinalista nelle serate di Saint Vincent.Nel 1977 partecipano al Festival di Sanremo  con la canzone Bella da Morire : proprio con questo brano passeranno alla storia vincendo quel Festival. In questa edizione, gli Homo Sapiens avevano in pratica sostituito Mal , che avrebbe dovuto esibirsi con lo stesso brano; ciò non accade a causa della canzone Furia che lo coinvolse in una serie di impegni professionali.Tra i loro altri successi ricordiamo inoltre Pecos Bill e Un’estate fa .Sciolti nel 1982  in seguito alla crisi della discografia italiana, si sono rimessi insieme nel 1990 senza Robustiano Pellegrini   sostituito da due tastieristi (tra cui Corrado Lentinello) che hanno suonato fino al 2000 con il gruppo. In ogni caso, anche negli anni ottanta pubblicano saltuariamente dei brani inediti in qualità di progetto puramente discografico.A partire dal 2000  nelle esibizioni live è proposta anche la formula “30 anni in una sera” in cui il complesso ripercorre gli ultimi trent’anni di musica italiana e straniera, oltre naturalmente ai propri successi.Nel 2005 dovevano partecipare al Festival di Sanremo nella categoria “Classic”, ma all’ultimo tuffo non vennero ammessi; quella canzone esclusa viene attualmente proposta dagli Homo Sapiens nelle serate dal vivo.Nel 2006 il complesso, tuttora molto attivo nel circuito dei concerti live, ha creato il “Music-Park” a Bientina (PI) in Toscana, autentico parco della musica.Il 6 febbraio 2009  hanno partecipato in gara a Ciak…si Canta ! , programma musicale di Rai Uno ,  in cui hanno proposto un video, creato per l’occasione, della loro celebre canzone Bella da morire.Nel 2012 è uscito il loro nuovo singolo: Incancellabile (Nuti/Masi).Nel 2017 gli Homo Sapiens festeggiano i 40 dalla Vittoria del Festival di Sanremo con la canzone Bella da morire e le Edizioni Musicali Regno Unito pubblicano un Cd contenente tutti i loro più grandi successi. Etichetta Pinky Records e produzione di Edoardo Rinaldi, Cristina Donasoldi e Regno Unito Edizioni musicali Altopascio (Lucca).Il 4 maggio 2018, grazie ad una produzione di Marco Colavecchio, supportata da Pasquale Mammaro esce una nuova versione di “Bella da morire”, cantata da Alex Baris, insieme agli Homo Sapiens. Il brano, che si configura come un possibile tormentone estivo, è stato registrato tra Pisa  nel “Cantuccio studio” e Cassino  nello studio di Colavecchio.

Lola Bunny

Lola Bunny .Lola Bunny è un personaggio di fantasia  creato da Warner Bros ,  apparso nella serie di cartoni animati dei Looney Tunes .  Il suo disegno rappresenta un esemplare femmina di coniglio . Ha una relazione amorosa con Bugs Bunny . Lola Bunny ha un fisico sportivo e un aspetto molto avvenente, contornato da ipnotici occhi color ghiaccio; ha un carattere molto deciso e autonomo, abituata a non farsi scavalcare da nessuno ed in grado di tenere testa a chiunque, anche a Bugs Bunny. Questa sua voglia di indipendenza e libertà si evidenzia particolarmente, quando incautamente qualcuno osa chiamarla “bambola”, epiteto sminuente che lei detesta con tutte le forze.Nella nuova versione di The Looney Tunes Show invece Lola è una ragazza decisamente meno avvenente ed un po’ matta. Parla tantissimo senza mai ascoltare nessuno rendendosi noiosa ed ha spesso la testa fra le nuvole. Inoltre quando si innamora di Bugs comincia a comportarsi in maniera ossessiva verso di lui al livello di una stalker. Questa versione nuova è anche una risposta a chi la criticava in Space Jam, definendola una bambola sexy senza personalità. Tuttavia non pochi fans della vecchia Lola hanno criticato ed apertamente disprezzato questa sua nuova versione, definendola un personaggio sciocco, idiota, inutilmente petulante e decisamente meno sopportabile e divertente della Lola originale.La prima apparizione di Lola Bunny è stata nel film in tecnica mista:Space Jam  del 1996 , dove ha la voce di Kath Soucie in versione originale e quella di Simona Ventura  in versione italiana. Nella pellicola, proprio perché un nuovo acquisto della banda, viene subito sottovalutata, salvo poi stupire tutti per le sue incredibili doti di cestista , nonché per il suo caratteraccio.In seguito è apparsa anche negli ultimi capitoli della serie di videogiochi:The Bugs Bunny Crazy Castle ,  nel ruolo di damigella in pericolo , dove negli anni ha sostituito la meno carismatica Honey Bunny , nonché nel mensile a fumetti  dedicato ai Looney Tunes edito da DC comics .Lola è apparsa anche nel film del 2000 : Titti turista tuttofare (Tweety’s High-Flying Adventure), uscito in direct-to-video, ovvero direttamente per la fruizione casalinga  e nella serie televisiva d’animazione: Baby Looney Tunes , in versione bambina.Un personaggio similare è apparso successivamente nella serie futuristica: Loonatics Unleashed  Lexi Bunny, una discendente di Lola Bunny.Lola è riapparsa in una versione nuova in The Looney Tunes Show  nel cast fisso come ragazza di Bugs.Nelle varie occasioni in cui è apparsa Lola Bunny è stata rappresentata in differenti maniere; già dalla sua introduzione con Space Jam ne furono sviluppate due versioni: la versione del film, e quella pubblicitaria. Nella versione del film, come dai disegni preparatori, Lola ha la coda a piumino, ombretto  roseo, e zampe a forma di ciabatta ; ha colore primario marrone e secondario un marroncino chiaro, mentre coda e capelli sono un pallido crema. La versione promozionale di Lola, promossa dalla Warner Bros  nella Space Jam Style Guide, ha una coda a punta simile a quella di  Bugs Bunny , zampe allungate della lunghezza delle dita, come Bugs, capelli biondi, colore primario marrone e secondario bianco.

Laura Luca

Laura Luca .Laura Luca (vero cognome De Luca) (Milano 28-11-58 ) è una cantante italiana .Diplomatasi in pianoforte  al Conservatorio di musica di Milano di Milano , esordisce a diciannove anni al Festival di Sanremo 1978  con Domani domani, ballata scritta da Gian Pieretti  che riscuote un buon successo di pubblico e si affaccia alle zone alte delle classifiche di vendita.Il suo secondo singolo, Inutilmente tu, le permette di venire ospitata in varie trasmissioni televisive del periodo.Nel 1979 partecipa al Festivalbar  con “Ragazzo fragile”, e nello stesso periodo esce il suo primo album dal titolo Se mai ti stancassi di me , prodotto da Bruno Tavernese , dove interpreta, tra gli altri, Vento nel vento di L.Battisti i e Mani su di me, versione italiana di Morning Morgantown di Joni Mitchell .Nel 1980  incide Eri come me e l’anno seguente Baci baci, canzone pop disimpegnata che ottiene ancora un discreto successo.Nel 1982 abbandona l’immagine ed il genere intimisti, un po’ cantautorali, che l’avevano caratterizzata agli esordi, per passare ad atmosfere più aggressive. Quindi incide l’album pop rock Tunnel  partecipando ad Azzurro , manifestazione musicale televisiva creata da Vittorio Salvetti , con il singolo Raggi di sole e l’intensa Amsterdam.Nel 1983  partecipa ad Un disco per l’estate , classificandosi al terzo posto con la canzone Mare, che ottiene un buon successo radiofonico.Dopo un periodo di tempo trascorso all’estero ed un tour negli Stati Uniti  ed in Canada , Laura Luca incide l’album Sex or Love ?  , con brani in inglese, francese e spagnolo. Con il brano Fango partecipa ad una manifestazione televisiva giapponese  , riscuotendo molto successo.In seguito, nel 1989, farà una tournée nelle più importanti città giapponesi, dove conoscerà Marco, con il quale si sposerà.Dopo il matrimonio, Laura ha ridotto l’impegno artistico per occuparsi maggiormente della famiglia.È tornata però al lavoro con il suo storico produttore Bruno Tavernese, nella gestione di una casa di edizioni di basi musicali, la AltaMarea Music ed è apparsa in televisione come ospite, in alcune trasmissioni di revival musicali, quali Matricole e Meteore (1998), 50 Canzonissime (2007), I migliori anni (2008 e 2009) e Ciak, si canta! (2010), riproponendo il suo successo sanremese. Oggi ha abbandonato la carriera artistica e si è dedicata alla famiglia, vive ad Assisi , con il marito ed i suoi quattro figli (Giulia, Micol, Elia e Matteo).

Yosemite Sam

Yosemite Sam.  Yosemite Sam (tradotto in alcuni cartoni come Baffo Rosso Sam o Sam Simpatia) è un personaggio dei cartoni animati   della celebre serie Looney Tunes della Warner Bros . È un pistolero  di bassa statura, con enormi baffi rossi, irascibile e impulsivo, sempre pronto a estrarre il suo paio di pistole. Insieme a Taddeo , è uno dei peggiori nemici di Bugs Bunny . Il nome del personaggio deriva dallo Yosemite National Park Fritz Freleng introdusse per la prima volta il personaggio di Yosemite Sam nel cartone animato Hare Trigger del 1945 . Con il suo temperamento irascibile, bassa statura (deve usare una scala per salire sul cavallo) ed occhi feroci, Sam è per molti versi l’ alter ego  di Freleng. Freleng creò Yosemite Sam perché fosse un degno avversario di Bugs Bunny . Fino a quel momento, l’unico antagonista del coniglio era Taddeo , un uomo così calmo e stupido che cadeva negli inganni di Bugs e si spaventava. D’altro canto, Sam era estremamente violento e belligerante, non un pollo come Taddeo. Freleng ha fatto entrare in un piccolo corpo ed in un grande cappello la più grande voce ed ego “north, south, east, aaaaand west of the Pecos”. Per oltre 19 anni, Freleng ha tenuto Sam ad uso esclusivo degli studi Warner. Nonostante sia nato come cowboy , Sam ha ricoperto ruoli diversi, quali il soldato  dell’esercito confederato, il pirata , il cavaliere , il legionario dell’Impero Romano , il cuoco di corte , la guardia carceraria , il duca  (Duke of Yosemite), lo sceicco ,  il sindaco , il beduino ed addirittura l’alieno . La voce di Yosemite Sam era data dal principale doppiatore della Warner Bros ,  Mel Blanc . Nella sua autobiografia, Blanc dice di aver trovato alcune difficoltà con la voce di Sam, fino a quando non ha deciso semplicemente di urlare con tutto il fiato che aveva nei polmoni. Questa voce calzava perfettamente con il personaggio, ma era un grande sforzo per il doppiatore. Nei suoi ultimi anni di vita, dare la voce a Sam era diventato troppo faticoso per Blanc, così decise di lasciare il posto ad altri. Ciò fa di Yosemite Sam uno di pochi personaggi creati da Blanc e non doppiati esclusivamente da lui.

 

Yoghi ( Yogi )

Yoghi ( Yogi ) .L’Orso Yoghi (Yogi Bear) è un personaggio immaginario dei cartoni animati  creato dallo studio di produzione Hanna – Barbera   e protagonista di una serie televisiva  animata prodotta dagli sessanta agli anni novanta , oltre che di due lungometraggi intitolati , Yoghi, Cindy e Bubu e L’orso Yoghi . Gli autori,William Hanna e Joseph Barbera , si conobbero nel 1937 alla Metro – Goldwyn – Mayer Cartoon studio, dove lavoravano e dove iniziarono una collaborazione che portò nel 1957  alla creazione della loro casa di produzione, la Hanna-Barbera . Il personaggio esordì nel 1958 nell’episodio Yogi bear’s big Break  come personaggio secondario del Braccobaldo Show (The Huckleberry Hound Show).Come per altri personaggi di Hanna & Barbera, la caratterizzazione di Yoghi prese spunto da una celebrità dell’epoca, Art Carney   della serie televisiva The Honeymooners . Il nome deriva invece dal giocatore di Baseball Yogi Berra . Ebbe subito un grande successo, in seguito al quale divenne un personaggio centrale dell’universo di Hanna & Barbera, tanto che nel gennaio del 1961 gli venne dedicata una serie, L’orso Yoghi  (The Yogi Bear Show), e venne sostituito dal personaggio di Ugo Lupo  nel Braccobaldo Show.Yoghi vive nel parco immaginario di Jellystone , nome estrapolato dal cartone animato Barney’s Hungry Cousin della MGM  del 1953, il primo a menzionarlo, dove si dedica soprattutto al furto dei cestini da pic-nic  dei campeggiatori. Lo accompagna il suo timido amico Bubu (Boo-boo), orso di color nocciola chiaro che indossa sempre un farfallino blu: rappresenta un po’ la voce della coscienza di Yoghi e lo avverte delle possibili conseguenze delle sue azioni. Gli si oppone il Ranger Smith , responsabile della sicurezza del parco.Yoghi è dotato di un notevole ingegno e di carisma. In più occasioni ha dimostrato di essere anche onesto, disposto a patteggiare con l’avversario di turno o allearsi con il Ranger Smith per evitare che Jellystone Park chiuda per mano di un imprenditore senza scrupoli.Yoghi indossa una cravatta  e un cappello  verde. Pare che la scelta del colletto con cravatta fu dovuta ad una contingente necessità di ridurre le spese in fatto di produzione in modo da dover solo animare la testa di Yoghi, lasciando immobile il corpo che, rimanendo invariato su più fotogrammi, permise per un episodio da 7′, la riduzione da 14000 a 2000 disegni circa. Questo si ottenne grazie alla tecnica, all’epoca pionieristica, chiamata planned animation o limited animation, che richiese un minimo movimento dei personaggi e frequente variazione degli sfondi. Per evitare sostanziali e altrimenti visibili differenze di tono e di cromia nel punto stesso di giunzione (all’altezza del collo), il corpo fu separato quindi da un collarino.

Muttley

Muttley .Muttley (detto anche Borbottone in alcuni adattamenti italiani) è un personaggio di Hanna – Barbera  apparso per la prima volta nel film di animazione Yogi, Cindy e Bubu (1964), nella parte del cane dell’impresario del circo. Nel 1968 apparve nelle Wacky Races  come spalla del villain  principale della serie Dick Dastardly . I due vennero utilizzati anche per altre serie dello stesso produttore.Muttley è un cane, e come tale non dovrebbe parlare mai: tuttavia riesce sempre a pronunciare i termini “sì”, oppure “medaglia”; in genere si limita a una risata asmatica, normalmente alle spese di Dick, ma non di rado formula una serie di grugniti di protesta sempre nei confronti del suo padrone, nei quali è possibile riconoscere anche altre parole del linguaggio umano. In vari episodi dimostra di comprendere perfettamente il linguaggio umano. Nella versione originale Muttley parla meno che non nella versione italiana. Addirittura il celebre “Medaglia, Medaglia” è un’invenzione del doppiaggio in italiano e non è presente nella versione inglese in cui Muttley si limita ad emettere una serie di grugniti di approvazione verso Dick Dastardly che gli chiede se vuole la medaglia. Negli adattamenti italiani delle puntate italiane La caccia al tesoro di Yoghi in cui il personaggio viene chiamato Borbottone fa precedere i suoi brontoli dal mugugnio “Razza-razza-frazza!”.Nelle Wacky Races  indossa solo un collare, ma in Dastardly e Muttley e le macchine volanti  ha un’uniforme da pilota della prima guerra mondiale, ed accompagna Dick e altri due piloti dello “Squadrone Avvoltoi”: Klunk e Zilly. In questa serie sfoggia diverse medaglie , ed è sempre alla caccia di nuovi trofei. Spesso Dastardly gliele strappa dal petto (cosa che lo irrita molto) a causa dei suoi madornali errori.In quest’ultima serie, Muttley riesce a volare utilizzando la coda come elica, cosa che gli è molto utile nei frequenti incidenti aerei.È protagonista anche dello spin-off The Magnificient Muttley, in cui Muttley sogna sempre ad occhi aperti, suscitando l’ira di Dastardly.

Penelope Pitstop

Penelope Pitstop . Penelope Pitstop è un personaggio immaginario dei cartoni animati , ideato da Hanna – Barbera. Penelope Pitstop è una giovane avventuriera molto affascinante, abbigliata con un casco da corsa, un paio di guanti e stivali. Esordisce nella serie Wacky Races , come pilota di gare automobilistiche, corteggiata da Peter Perfect . Vince quattro gare, è seconda per due volte e terza per cinque volte. A seguito del successo della serie ne vennero tratti due spin off, uno dei quali incentrato sul personaggio, Le avventure di Penelope Pitstop ,  in compagnia di altri personaggi della serie precedente, Clyde e la sua banda, che le faranno da angeli custodi. Nella serie a lei dedicata si troverà costantemente alle prese con le mortali macchinazioni di Artiglio Incappucciato, un malvagio cospiratore vestito di viola con un mantello e cappello verdi sotto cui si cela Sylvester Sneekly, tutore di Penelope che mira a impossessarsi della sua fortuna. Nella serie reboot del 2017 di Wacky Races, si scopre che ha una sorella gemella di nome Pandora, opposta a lei, capelli neri e veste viola, che guida una macchina col numero 13, con cui entra in conflitto spesso, essendo lei quella perfetta in tutto e la sorella quella che ha sempre faticato per ottenere qualcosa che solo Penelope è riuscita ad ottenere.

Dick Dastardly

Dick Dastardly . Dick Dastardly (chiamato in alcuni adattamenti italiani il Bieco Barone) è un personaggio comparso in diverse serie animate prodotte da Hanna e Barbera . Fece la sua apparizione per la prima volta nel ruolo di cattivo tra i personaggi principali   nella serie TV animata Wacky Races , dove rappresenta la parodia  del personaggio malvagio. È caratterizzato da una iconografia tipica dello stereotipo  del “cattivo”: alto e magro, con ghigno malefico e baffi sottili, sempre vestito di abiti scuri.Dastardly, nato come cattivo principale della serie in Italia nota anche come Wacky Races – Le corse pazze del 1968 , ha avuto tale successo da essere ripreso in Dastardly e Muttley e le macchine volanti  (anche nota come Lo squadrone avvoltoi) del 1969  .La caratterizzazione del personaggio era fortemente ispirata ai “cattivi” di alcuni film di grande successo dell’epoca, come Quei temerari sulle macchine volanti  (Those Magnificent Men in Their Flying Machines,1965 ) e La grande corsa  (The great race, 1965 ). In particolare, il personaggio di Dick Dastardly deve molto al Professor Fate, di cui richiama anche l’abbigliamento.La spalla di Dastardly era il cane MUttley , pavido, poco fedele e forse più sadico del padrone.In Wacky Races Dastardly gareggia in un raid automobilistico , cercando di vincere con l’uso di scorrettezze. L’auto di Dastardly, anch’essa caratterizzata in modo da trasudare cattiveria, era la temibile numero 00 (nome originale Mean Machine), dotata di incredibili trappole.Nonostante l’uso di trucchi, Dastardly non risulta mai vincente nelle tappe della corsa, rimanendo di solito vittima delle proprie azioni, della propria inettitudine o più semplicemente della sfortuna.Gli avversari tradizionali di Dastardly erano:

Auto 01 – La Macigno-Mobile (I fratelli Rock e Gravel Slag)

  • Auto 02 – Il Diabolico Coupé (I fratelli Big e Little Gruesome)
  • Auto 03 – La Multi-Uso (Professor Pat Pending)
  • Auto 04 – La Crimson Haybailer (Red Max)
  • Auto 05 – La Compact Pussycat (Penelope Pitstop)
  • Auto 06 – L’Armata Speciale (Sergente Blast e recluta Meekly)
  • Auto 07 – La Macchina Antiproiettile (Clyde e la sua banda)
  • Auto 08 – L’Insetto Scoppiettante (Luke e l’orso Blubber)
  • Auto 09 – La Sei Cilindri [aka Turbo Terrific] (Peter Perfect)
  • Auto 10 – La Spaccatutto (Rufus Roughcut)

In Lo squadrone Avvoltoi, altro nome della serie del ’69, Dastardly comanda una sgangherata squadra di piloti su rudimentali aerei con lo scopo di impedire al piccione  viaggiatore Yankee Doodle di consegnare messaggi all’esercito nemico. Anche qui Dastardly fallisce sempre in modo misero.