Olio Cuore

Olio Cuore : chi non ha mai tentato di saltare una stacccionata alla Nino Castelnuovo?  Famosissimo spot negli anni  ottanta. Uno spot fisico..energico che pubblicizzava la leggerezza di questo olio. Immagine pulita…rassicurante. E’ stato un grandissimo spot. Mangiar bene e sentirsi in forma…era lo slogan. Castelnuovo era il testimonial perfetto, di questo spot che e’ sicuramente rimasto negli annali della televisione. Per una decina di gg questa pagina non verra’ aggiornata, perchè cari Vintagers…stacco la spina. Voi curiosate…ci sono pagine e pagine da scoprire…e tutto …Vintage. Vi abbraccio. A presto e buone vacanze a tutti.

I lenti in discoteca

Perchè non esistono piu’ i lenti in discoteca? Facciamo un primo ragionamento. Esistono sempre meno discoteche e da anni e anni….non esistono piu’ quella della domenica pomeriggio…che hanno avuto il loro boom negli anni 80. Era quello il momento magico dei lenti. A meta’ programma….o piu’ semplicemente alla fine della parte piu’ rilevante del programma…il DJ partiva con due/tre lenti che per molti , rappresentavano un momento molto importante : si poteva invitare a ballare la ragazzina che ti piaceva e sperare di ballare un lento avvinghiato a lei…magari guancia a guancia. Oppure si poteva optare per un atmosfera piu’ soffusa e sempre con la famosa ragazzina….andare a sbaciucchiarsi sui divanetti. I meno fortunati ….stavano al bar a sorseggiare una coca cola…o un Cuba Libre ( molto in voga in quegli anni). Definirli semplicemente lenti…sarebbe riduttivo. Era moda…costume…un momento che faceva parte della tua settimana. E voi cari Vintagers….c’eravate in pista a ballare i lenti? Ogni tanto mi capita di metterne qualcuno alle mie serate revival…..quindi …Vi aspetto.

Formaggino per bambini

Formaggino per bambini : adesso son quasi spariti dalle nostre tavole…ma una volta era un’importante alimento…anche per una buona merenda.  Veniva spacciato come un buon aiuto per la crescita e per le ossa ( conteneva formaggio..latte..potassio…sali…) e lo si poteva spalmare sul pane..sciogliere nel brodo…o mangiare semplicemente a morsi. Ne esistevano di triangolari…quadrati…tondi o in vaschette mono porzioni. I piu’ famosi erano i Susanna…Tigre…Mio…Milkana..Ramek…Invernizzi .  Spesso contenevano dei piccoli omaggi , come le figurine plastificate da attaccare a varie superfici…come il frigo…con un  po’ di sapone.  Per bambini….ma non solo : un po’ tutti erano golosi del formaggino..grandi e piccini.

 

Formine da spiaggia

Formine da spiaggia. Immortali. C’erano quando son nato…ci sono anche adesso. Un divertimento che ha fatto crescere ..al mare…generazioni di bambini. Di una semplicita’ estrema.  Piccole forme in plastica…all’interno delle quali andava apposta della sabbia umida. Si lasciavano riposare qualche istante e si capovolgevano  in uno spazio di sabbia preventivamente lisciato…e battuto. Et voila’ : 8 volte su dieci…..non uscivano  mai complete. Problemi : la sabbia non era sufficentemente umida ; la sabbia era troppo umida ; non si è battuto nella giusta maniera sulla “schiena” della formina prima di capovolgerla. Gli incavi piu’ piccoli han sempre dato problemi : la sabbia rimaneva attaccata alle paretine e si staccava solo in parte. Le classiche forme erano….una nave….un pesce….il sole. Venivano vendute nei negozi o nei primi supermercati ( tipo Standa..) in piccole retine rosse che contenevano almeno tre formine. Colorate ( generalmente rosse … blu … gialle…verdi) , leggere…e fonte di tanto divertimento per tutti i bambini. Non esistevano formine piu’ belle o meno belle : erano formine…belle per la loro semplicita’. Bisognava scegliere la sabbia della giusta consistenza e umidita’ ….poi piazzarla nella formina. I piu’ esoterici mettevano un sottile strato di sabbia normale all’interno..per facilitare il distacco del tutto. Una bella spianata sulla sabbia : importante per evitare sconnessioni e rotture della formina. E poi….voila’. Si capovolgeva…due colpetti sulla schiena…e la forma era pronta sulla sabbia. E che soddisfazione….se veniva bene. Adesso manca poco che si utilizzi un robottino che te le fa……! W le formine da spiaggia .

Sanford and son

Sanford and Son : e’ una vecchia serie di telefilm americana andata in onda dal 1972 al 1977. I protagonisti sono due rigattieri…padre e figlio. Dissacrante…con un umor sottile. Il tema musicale della serie è composto niente di meno che da Quincy Jones.  SE avete amato i Jefferson…penso che avrete amato anche questa serie.  Un ottimo telefilm. Ve lo ricordavate?

Muppets mahna mahna

Uno dei tormentoni piu’ famosi dei Muppets : mahna mahna ( o se preferite mana’ mana’). Eseguito nel 1976 all’interno dello show…ha riscosso un enorme successo. Trascinante…divertente…esilarante. Me lo ricordo perfettamente sin dalla prima volta che è stato trasmesso in Italia. Voi lo avevate visto..all’epoca ? E’ stato citato anche in Buona la Prima…in una puntata. I Muppet …sono immortali. Mitici….veramente. E questo brano..simpaticissimo.  Ve lo ricordavate ?

Poster

I Poster. Negli anni settanta le camere di noi bambini o ragazzi….cominciarono ad essere tapezzate di poster. Era un foglio di carta…in alcuni casi…un po’ plastificato. I soggetti erano i piu’ disparati : si andava dal classico paesaggio perfetto ( mare…montagna…Hawaii )….al cantante in voga….oppure dai classici animali ( cane…gatto..delfino)…a quelli di fantasia ( vedi..il vagabondo con la chitarra). Avevano duplice scopo : abbellire la stanza ma anche coprire eventuali pezzi di intonaco staccato…crepe e simili. Venivano infilate in asticelle di plastica che volavano anche al passare di una mosca e si appendevano. Generalmente il danno del chiodo era piu’ grande del buco che si voleva coprire.  Se il poster era stato tanto arrotolato..la misera astina non reggeva e si alzava all’insu’ . Bisognava quindi a piu’ riprese arrotolare il poster nella maniera inversa e dargli un’apparente piattezza. Costavano poco…ma non cosi’ poco come si potrebbe credere. Ma la soddisfazione di vedere appeso al muro..quello che a noi ragazzi piaceva di piu’…era impagabile : ti dava un senso di liberta’. Col passare dei decenni…hanno perso un po’ di “moda” , ma rimangono sempre un gran bel vedere. E voi cari Vintagers..avevate tanti posters appesi ? Io….assolutamente…si.  Vi voglio bene.

Pupazzo Provolino

Il pupazzo Provolino nasce quasi 50 anni fa ( era il 1968 ) . Era manovrato e aveva come spalla ….Raffaele Pisu. La voce invece era di Oreste Lionello. Il suo slogan era  : Boccaccia mia statti zitta. Era un pupazzo irriverente…sempre incavolato contro qualcosa o qualcuno. Divento’ un fumetto..un album delle figurine , un 45 giri  a tanto  altro. A cavallo tra i sessanta e i settanta ebbe una grandissima popolarita’ e diffusione. Un pezzo degli anni 70 che non dimenticherete facilmente . Ve lo ricordavate ?  Ma quante cose vi faccio tornare in mente?

Kim Wilde Kids in america

Kim Wilde Kids in America . Singolo di debutto di questa bella cantante inglese. Gennaio 1981 : la clip è fantastica in questo..e racchiude tutta la fantasia che con pochi mezzi tecnici…animava le primissime produzioni di viedo clip. Pezzo azzeccato e trascinante con una Kim giovanissima …20 anni. Kim è ancora in attivita’…seppure abbia ridotto tantissimo le sue produzioni discografiche. Per un buon periodo ebbe un discreto successo anche in America. Bella e brava.

Wally Gator di Hanna e Barbera

Cartone animato di Hanna e Barbera , conosciuto ma non tantissimo : Wally Gator. Narra le avventure di un simpatico coccodrillo che vive in uno zoo cittadino..ma spesso evade e va a cacciarsi in qualche simpatica avventura. La serie si  compone di 52 episodi. Diciamo che come habitat…le storie ricordano un po’ quelle dell’orso Yogi. Ve lo ricordavate? A presto e buone ferie a tutti voi. Passate parola di questo spazio : è simpatico ed interessante.